menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Roma-Viterbo chiusa 15 mesi: il raddoppio "isola" i comuni a nord della Capitale

Lavori sulla linea Roma Nord per il raddoppio della tratta extraurbana tra Montebello e Viterbo. I pendolari: "Solo quindici mesi è utopia, disagi oltre soglia sopportazione"

La Ferrovia Roma Nord chiusa per 15 mesi nella sua tratta extraurbana: per oltre un anno dunque stop ai treni tra Montebello e Viterbo. A comunicarlo la Direzione Infrastrutture e Mobilità della Regione Lazio rispondendo alle domande dei pendolari. 

Ferrovia Roma Nord chiusa per 15 mesi

Una chiusura necessaria per svolgere i lavori di realizzazione del raddoppio della linea che "permetterà di aumentare la capacità nella tratta attualmente a binario unico e - dicono dalla Pisana - renderà la linea più performante in termini di regolarità e puntualità". 

Per gli utenti quindici mesi di navette bus sostitutive, di automobile verso Montebello o cambio di linea: dalla Roma Nord alla Fl3 Roma-Viterbo. Sono i comuni a nord di Roma, come Sacrofano, Riano, Morlupo e Sant'Oreste, e quelli verso Viterbo a rischiare l'isolamento. 

Raddoppio linea extraurbana

Alla chiusura nessuna alternativa. "E’ stata valutata la possibilità di non chiudere la tratta extraurbana ma di mettere in sicurezza l’intera tratta da Montebello a Viterbo, senza dover raddoppiare, ma adeguando segnaletica e binari con sistemi tipo SCMT, sempre in continuità di esercizio, lavorando anche di notte o nei fine settimana?" - la richiesta del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord.

Perentoria la risposta della Regione: "E’ stato già previsto e finanziato il lavoro per il sistema SCMT, che viene finanziato in parte (20 mln€) dal 3° lotto dei Fondi FSC (di complessivi 154 mln€, i primi due lotti sono per il raddoppio). Quindi la realizzazione del raddoppio non preclude la realizzazione del sistema SCMT: si faranno entrambi". 

Si ma quando? I lavori sulla tratta extraurbana della Ferrovia Roma Nord dovrebbero iniziare "ad ottobre 2020". Non credono nemmeno alle tempistiche i pendolari: "I nostri '2-3 anni' sono ottimistici. I 15 mesi citati della Regione sono pura utopia in Italia".

Sulla linea Roma Nord disagi continui: "Oltre soglia di sopportazione"

Intanto la linea, vincitrice del poco ambito premio Caronte 2019, che na fa la peggior tratta del Lazio, continua a macinare disagi tra ritardi e treni cancellati. Una settimana fa addirittura la chiusura temporanea di piazzale Flaminio per un disservizio sulla linea aerea. 

"Non si può andare avanti così ancora per molto: siamo oltre la soglia di sopportazione. Tra poco inizieremo ad avere problemi di ordine pubblico, soprattutto a Flaminio la sera" - scrive il Comitato dei Pendolari Ferrovia Roma Nord.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento