Politica San Giovanni / Via dell'Amba Aradam

Metro C, Saviano rilancia l’appello: "Intitoliamo fermata a Giorgio Marincola, partigiano nero"

Il giornalista e scrittore napoletano si unisce alla petizione lanciata dal collega Massimiliano Coccia: "Marincola come ragazzi del Black Lives Matter, creiamo ponte tra passato e futuro"

"Intitoliamo a Giorgio Marincola la fermata della metro C di Roma in via dell’Amba Aradam, via nata per ricordare la vittoria delle truppe italiane su quelle etiopi nel 1936, quando Badoglio vigliaccamente fece sganciare bombe al gas sulle colonne in ritirata". Così Roberto Saviano sposa e rilancia la proposta già avanzata dal giornalista Massimiliano Coccia: intitolare la fermata metro C di via dell'Amba Aradam a Marincola, partigiano somalo ucciso dai tedeschi nel corso dell'ultima strage nazista in Italia.

Metro C, stazione Amba Aradam intitolata a Giorgio Marincola

Un'idea lanciata sulla scia del blitz del gruppo 'Rete Restiamo Umani', che nella notte tra giovedì e venerdì ha coperto con degli adesivi via dell'Amba Aradam, a San Giovanni, trasformandola in via George Floyd e Bilal Ben Messaud. 

Nei pressi della futura stazione della metro C lo striscione: "Nessuna stazione abbia il nome dell'oppressione". 

Black Lives Matter a Roma: via Amba Aradam diventa via George Floyd. Vernice rossa su una statua al Pincio

Giorgio Marincola, “il partigiano nero”

Sull’intitolazione della fermata Amba Aradam a Giorgio Marincola, “il partigiano nero”, anche una petizione online: “Giorgio liberò Roma e scelse di liberare l’Italia. Una storia spesso dimenticata dalla storiografia attuale ma che racconta una pagina generosa della nostra Resistenza” - ha scritto Coccia avviando la raccolta firme. 

Saviano lancia l’appello: “Sì a stazione metro intitolata a partigiano nero”

Poi il rilancio di Saviano che ha raccolto e fatto suo l’appello: “Giorgio con la sua lotta ha liberato il nostro Paese, e se fosse un ragazzo del 2020 sarebbe nelle piazze con le centinaia di suoi coetanei a gridare "Black Lives Matter". Per questo, intitolargli una stazione della metropolitana significa creare un ponte fortissimo tra passato e presente, tra liberazioni di ieri e liberazione, necessaria, di oggi. La politica - l’esortazione di Saviano - sia coraggiosa, almeno una volta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro C, Saviano rilancia l’appello: "Intitoliamo fermata a Giorgio Marincola, partigiano nero"

RomaToday è in caricamento