Politica Prati

Fareambiente, Pepe: "Inammissibile l'incapacità degli italiani a smaltire i loro rifiuti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday


Roma. "È inammissibile l'idea che gli italiani non siano in grado di smaltire i propri rifiuti, non quelli speciali, ma quelli ordinari, tanto da dover pensare di mandarli all'estero".

Lo dichiara Vincenzo Pepe presidente nazionale di FareAmbiente - Movimento ecologista europeo a proposito dell'ipotesi paventata dal commissario all'emergenza rifiuti di Roma di inviare all'estero i rifiuti della capitale.

"Non nel mio giardino - continua Pepe - questa la demagogica idea che molti politici e associazioni che predicano un ambientalismo 'talebano', del tutto incompatibile con una civiltà progredita e industrializzata come quella italiana, cercano di imporre al Paese con vere e proprie campagne di terrorismo mediatico".

"Vorrei sapere che senso ha mandare all'estero tonnellate di rifiuti, spendendo cifre esorbitanti, tutte a carico del cittadino, e non provvedere invece a una seria raccolta differenziata e a ricavare, dai rifiuti non riciclabili, energia elettrica così come avviene in tutti i Paesi industrializzati del mondo".

"Del resto - conclude Pepe - cosa credete ne facciano di nostri rifiuti all'estero? Li tratteranno e ne ricaveranno ricchezza ed energia elettrica e per di più si faranno anche pagare dagli italiani. Una soluzione folle e scriteriata dettata dai 1000 veti incrociati di politici, associazioni e comitati che vagheggiano il riciclaggio del 100% dei rifiuti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fareambiente, Pepe: "Inammissibile l'incapacità degli italiani a smaltire i loro rifiuti"

RomaToday è in caricamento