Politica Centro Storico

Santi Apostoli, le famiglie restano nelle tende: "La Regione ha fatto un passo indietro"

Presidio del Movimento per il diritto all'abitare in Regione martedì 16 gennaio

Foto Ansa Angelo Carconi

Era sembrato una sorta di regalo di Natale. Un tetto sotto cui ricominciare a vivere dopo cinque mesi passati in tende sempre più fredde con l'avanzare dell'inverno. E invece dal cappello di un tira e molla tra Regione e Comune, per le famiglie sgomberate accampate nel porticato della chiesa dei Santi Apostoli non è ancora uscita nessuna proposta concreta. Anzi. Tutto fermo con la speranza di lasciare la strada sbiadita fino quasi a scomparire. "Ieri era in programma un incontro con la Regione ma l'assessore alle politiche Abitative Fabrio Refrigeri non si è presentato all'incontro" la denuncia del Movimento per il diritto all'abitare. "C'era solo il suo capo segreteria che però non ha fornito alcuna indicazione in merito alla soluzione prospettata nei mesi scorsi". 

La soluzione sarebbe dovuta essere una porzione di immobile situato in via Gioacchino Ventura, in parte occupato da una casa di riposo del comune e in parte, invece, libero. Una palazzina di proprietà della regione Lazio che l'assessorato competente, guidato da Alessandra Sartore aveva messo a disposizione affinchè il Comune lo utilizzasse per la cosiddetta "emergenza freddo". Come spiegano dall'assessorato alle Politiche Sociali capitolino, con un sopralluogo che si è tenuto il 13 dicembre scorso i tecnici di Roma Capitale e quelli della Regione Lazio hanno stabilito che l'immobile non è idoneo, abbandonato da diversi anni e avrebbe bisogno di lavori di "manutenzione strutturale". Il 22 dicembre, informano sempre dall'assessorato, è stata inviata una nota all'assessorato 'corrispondente' in Regione, quello di Rita Visini: "E' stato chiesto un incontro alla luce degli elementi emersi ma ad oggi nessuno ci ha risposto". 

Senza risposte, il Movimento per il diritto all'abitare si prepara alla mobilitazione e per martedì 16 gennaio, alle 14.30, ha indetto una mobilitazione sotto la sede della Regione a Garbatella. "Chiamiamo a raccolta la città in difesa delle famiglie di Santi Apostoli perché l'atteggiamento della regione è inaccettabile" dichiarano dal Movimento per il diritto all'abitare. "Da anni si avanzano promesse, come la delibera sull'emergenza abitativa, e si spendono parole a difesa dei poveri ma poi, di fatto, non si arriva mai a una conclusione rimpallando sempre la responsabilità con altri soggetti. L'annuncio dei giorni scorsi ha il sapore della promessa elettorale mentre la continuità sanitaria, alloggiativa, educativa e lavorativa della famiglie che vivono sotto il portico continua ad essere a rischio". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santi Apostoli, le famiglie restano nelle tende: "La Regione ha fatto un passo indietro"

RomaToday è in caricamento