rotate-mobile
Politica

Expo 2030, il governo ci crede. Meloni: “Pronta a spendermi in prima persona”

Il governo ha ribadito il supporto alla candidatura capitolina. Meloni: "Da italiana e romana credo che Expo 2030 sia una grande occasione"

L’Expo 2030 non è un obiettivo cui mira solo il Campidoglio. Anche il governo è infatti impegnato nel sostenere la candidatura di Roma ad ospitare lo storico appuntamento. L’edizione per la quale la città eterna si sta giocando le proprie carte, è infatti quella del centenario.

Una grande occasione per il Paese

“Da italiana e romana credo che Expo 2030 sia una grande occasione, mi è capitato di essere critica e polemizzare con chi in passato sosteneva che Roma e l'Italia non avessero gli anticorpi per organizzare grandi eventi. Abbiamo tutti gli anticorpi ed é una grande occasione” ha dichiarato la premier Giorgia Meloni, nella conferenza stampa di fine anno.

I temi al centro della candidatura di Roma

Il Campidoglio ha già presentato, lo scorso settembre, un corposo dossier di 618 pagine, all’interno del quale sono contenuti i dettagli dell’evento che si vuole organizzare all’ombra del Colosseo. Sarà un evento che, nelle intenzioni di Roma Capitale, non va inteso come una fiera commerciale, ma come “una rappresentazione dei valori e dei principi universali che tutti condividiamo” per dirla con le parole di Susana Mascolo, l’ex capo di gabinetto del segretario generale delle Nazioni Unite. Valori che, ha recentemente ricordato Gualtieri durante l'assemblea di Parigi, sono quelli della “pace, l’inclusione, la sostenibilità, la dignità e i diritti di ogni essere umano e la loro determinazione a lottare contro ogni forma di discriminazione”. Sono questi, in definitiva “i temi al centro della nostra candidatura a ospitare Expo 2030”

Meloni pronta a spendersi in prima persona

A distanza esatta di un mese dalla III assemblea del Bureau International des Expositions, il Campidoglio è tornato ad incassare il sostegno del governo.  “Quel che ho fatto finora – ha spiegato Meloni – é segnalare il nostro interesse agli interlocutori internazionali incontrati in questo mese, 30-40 tra capi di stato e di governo. Io intendo spendermi anche in prima persona” ha annunciato la premier “non posso garantire come andrà a finire, ho iniziato a lavorarci un po' tardi per quel che mi sarebbe piaciuto fare. Ma ce la mettiamo tutta, é una grande occasione e noi non ci daremo per vinti”.

Il dossier per la candidatura ad Expo2030

La reazione del Campidoglio

Il convinto endorsment della presidente del Consiglio, è stato salutato con soddisfazione dall’inquilino che indossa la fascia in Campidoglio. Per Gualtieri infatti è “positivo il forte sostegno che la Presidente Giorgia Meloni ha assicurato per la candidatura di Roma a Expo 2030”. Gualtieri, attraverso il proprio account Twitter, ha sfruttato l’occasione per ribadire che  “Il nostro progetto è molto ambizioso e di straordinaria qualità” ha aggiunto, prima di sottolineare che  “questa importante sfida di tutto il Paese può essere vinta con un incessante impegno comune”. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo 2030, il governo ci crede. Meloni: “Pronta a spendermi in prima persona”

RomaToday è in caricamento