Politica

Expo 2020, Roma tagliata fuori e il Consiglio insorge: "Valorizzare ruolo della Capitale"

In aula Giulio Cesare l'ok alla mozione per chiedere spazio nel Padiglione Italia anche a Roma. De Vito: "Porre rimedio al disinteresse mostrato nei confronti della città"

Screenshot dal video sul padigione Italia presente sul sito dell'Expo 2020

Zero spazio alla Capitale nel Padiglione Italia al prossimo Expo universale che si terrà a Dubai dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021. Da qui la richiesta del Consiglio comunale: dare invece il giusto risalto alla Capitale. 

Di ieri l'ok trasversale, che ha unito tutte le forze politiche, alla mozione promossa dalla Presidenza dell'Aula e sottoscritta da tutti i gruppi. La proposta chiede che a Roma venga appunto riconosciuto il rispetto della sua storia millenaria, della sua arte e della sua cultura, e che venga valorizzato il ruolo che merita la Capitale d'Italia a livello internazionale. 

A illustrare la mozione è stato il presidente dell'Assemblea, Marcello De Vito, che ha espresso "un forte disappunto per il disinteresse sinora rivolto alla città nell'ambito dell'organizzazione del Padiglione Italia, che si desume inequivocabilmente dal sito ufficiale e dal video di presentazione della manifestazione, ancora più significativo visto che Expo 2020 si svolgerà in concomitanza con la ricorrenza dei 150 anni di Roma Capitale d'Italia". 

De Vito si è augurato che "sin dai prossimi giorni si possa porre rimedio con il commissario nazionale, lavorando in maniera sinergica e condivisa a questo importante evento". La vicepresidente vicaria dell'Aula, Sara Seccia, ha poi apprezzato "il senso di responsabilità mostrato da tutte le forze politiche nel sottoscrivere la mozione, trattandosi di un tema che unisce nell'interesse di tutti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo 2020, Roma tagliata fuori e il Consiglio insorge: "Valorizzare ruolo della Capitale"

RomaToday è in caricamento