Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Eur, De Luca: “Con Mancini Parentopoli e cemento”

“Il CdA dell’Ente EUR, è in scadenza e in questi giorni si sta decidendo chi dovrà essere messo a capo della struttura”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Il CdA. dell’Ente EUR, è in scadenza e in questi giorni si sta decidendo chi dovrà essere messo a capo della struttura. Attualmente, l'amministratore
delegato, di EUR Spa, dal luglio 2009 è Riccardo Mancini, braccio destro di Alemanno. Decide lui, gli investimenti da fare, i progetti urbanistici,
la scelta dei grandi eventi , chi e come far entrare alla sua corte. Come un feudatario Mancini si circonda di amici e amici degli amici, in gran parte
della storica destra dura e pura, lanciandosi in cento attività speculative per cementificare l’EUR. Tra i suoi primi provvedimenti, c’è quello di  
aver mandato via i tecnici qualificati per far posto ai tabaccai di estrema destra.”. E’ quanto dichiara il Vicepresidente della Commissione Ambiente
Athos De Luca.

“Un continuo attacco al quartiere – continua De Luca - tre anni disastrosi che hanno messo in mostra  le mire speculative e
anacronistiche per una zona storica come  quella dell’EUR. Ricordiamo tutti la vicenda della Formula Uno, del Velodromo, del parco del LUNEUR.
La società, che dovrebbe essere solo il custode di un patrimonio storico-artistico straordinario, oggi si è lanciata in cento attività profittevoli e
lontane dalla sua natura”.

“ E’ giunto il momento – conclude De Luca - che l’Amministratore Delegato Mancini torni alle sue innumerevoli attività private e che non venga
riconfermato alla gestione dell’Ente per ulteriori tre anni, per interrompere la parentopoli e la cementificazione di uno dei quartieri più importanti
 e belli della città, che meritano di essere valorizzati e non saccheggiati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eur, De Luca: “Con Mancini Parentopoli e cemento”

RomaToday è in caricamento