Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Casa, "sfratto di massa" dai Sassat per moduli compilati male: in Aula sì alla proroga dei termini

Accolta la mozione di Sinistra X Roma e il sollecito dell'Unione Inquilini per salvare oltre 500 famiglie escluse dal bando

Corsa contro tempo e numeri per le famiglie in emergenza abitativa che hanno presentato domanda per l'accesso al Servizio di assistenza e sostegno socio-alloggiativo temporaneo (Sassat) di Roma Capitale, quello attraverso il quale il Comune vorrebbe sostituire i vecchi residence. 

Valanga di esclusi dal bando Sassat

Un bando già nel caos con una vera e propria valanga di esclusi: di tutte le 1300 famiglie che hanno presentato domanda, oltre la metà, ben 527, sono state escluse per vizi di forma, 125 sono gli esclusi sanabili e soli 529 gli ammessi. Cifre alla mano oltre un centinaio gli "scomparsi", con le domande finite nel nulla. 

"Uno sfratto di massa per aver compilato male un modulo" aveva denunciato l'Unione Inquilini sollecitando una proroga di due mesi della scadenza dei termini fissata al 17 settembre. 

Residence, valanga di esclusioni dal bando per i Sassat: "Rimasti fuori per motivi futili"

Sì alla proroga dei termini per le opposizioni

Proroga votata favorevolmente e all'unanimità dall'Assemblea Capitolina che ha detto sì ad una mozione ex articolo 58 presentata dal consigliere di Sinistra X Roma, Stefano Fassina: "Il 17 settembre scade il termine per fare opposizione all'esclusione, e molto spesso si tratta di esclusione per vizi formali. La mozione - ha spiegato il consigliere comunale - impegna la sindaca Raggi e gli assessori a intervenire presso gli uffici per prorogare la scadenza dei termini per fare opposizione alle domande escluse per l'accesso ai Sassat". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa, "sfratto di massa" dai Sassat per moduli compilati male: in Aula sì alla proroga dei termini

RomaToday è in caricamento