Rifiuti, sull'ordinanza Raggi resta in silenzio. Il Pd contesta: "Roma è indecente"

La Sindaca non commenta il provvedimento: "Ho chiesto agli uffici di analizzarla". All'attacco anche il sindaco di Colleferro dove la discarica sarà prorogata: "Sua incapacità crea danno a provincia"

"Abbiamo ricevuto l'ordinanza solo questa mattina. Ho chiesto ai nostri uffici di analizzarla e di preparare al più presto una relazione".

E' laconico il commento della Sindaca di Roma, Virginia Raggi, in merito all'ordinanza sui rifiuti emanata dalla Regione Lazio per scongiurare l'ennesima crisi in città. 

L'ordinanza sui rifiuti della Regione Lazio

Un provvedimento con il quale la Pisana chiede al Comune di indicare, in tempi strettissimi, uno più siti sul territorio di Roma da destinare allo smaltimento dei rifiuti; l'avvio della procedura per selezionare impianti di conferimento all'estero e l'individuazione di due aree per la trasferenza da attivare entro il 31 gennaio 2020.

Nel documento firmato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, anche la proroga della discarica di Colleferro e il compito per Ama di varare il Piano Industriale entro metà marzo. 

Cronoprogramma serratissimo, in caso di inadempienza sarà commissariamento

Rifiuti, il Pd contesta la Sindaca: "Raggi incosciente, Roma indecente"

In Campidoglio invece è già scattata la protesta: quella del Partito Democratico. I consiglieri dem durante i lavori dell`Assemblea capitolina hanno interrotto la seduta esponendo cartelli contro la sindaca Virginia Raggi in merito alla situazione della raccolta dei rifiuti in città: `Raggi incosciente, Roma indecente`, `Ama bloccata, Roma affondata`, `Stelle cadenti, rifiuti emergenti`, `Ama distrutta, Roma alla frutta` - i fogli sventolati. 

Dopo l'intervento del capogruppo Giulio Pelonzi ("Riteniamo che la presenza della sindaca ieri al Consiglio regionale sui rifiuti abbia umiliato la città"), l'abbandono degli scranni e il grido "vergogna, vergogna, buffoni, buffoni", per alcuni minuti in fondo all`aula. 

"È una vergogna che la sindaca ieri ha  trovato il tempo di andare in Regione ma non ha trovato il tempo di venire qui oggi, in aula Giulio Cesare, a spiegare come intende gestire il ciclo dei rifiuti. È lei che deve spiegare ai romani come risolvera` il disastro che ha creato" - ha detto la consigliera Pd, Valeria Baglio. 

Emergenza rifiuti: c'è l'ordinanza della Regione: tutti i dettagli

La Sindaca accerchiata: "Sua incapacità crea danno a Colleferro"

Un accerchiamento quello alla Sindaca. "Sono molto dispiaciuto che l'incapacità della Raggi debba creare ancora danno alla provincia ed a Colleferro" - ha commentato il sindaco del comune a sud di Roma, Pierluigi Sanna.

In base all'ordinanza della Regione Lazio infatti la discarica di Colleferro dovrà prorogare la propria ricezione fino al 15 gennaio 2020, "in ragione dell’interruzione dell’operatività dello stesso impianto determinatasi nel mese di novembre 2019".

La discarica di Colleferro chiude il 15 gennaio 2020 

"La data - ha sottolineato Sanna - definitiva e non ulteriormente prorogabile. La nostra presenza in massa e gli atti che abbiamo prodotto e produrremmo in questi giorni la renderanno definitiva per sempre. La discarica la chiuderanno tutti gli abitanti della Valle del Sacco, come fu per gli inceneritori". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

Torna su
RomaToday è in caricamento