Politica

Emergenza rifiuti, Gualtieri va all'attacco della Raggi: "Roma trasformata in un bioparco a cielo aperto"

A Don Bosco Gualtieri è tornato sulla gestione dei rifiuti e sulle conseguenze causate dall’immondizia nelle strade

Roma è una città sporca. Secondo la percezione dei lettori di Time Out, è addirittura più sporca di New York e di qualsiasi altra metropoli. I romani ne sono consapevoli. E, come ha sottolineato Roberto Gualtieri nel corso di un comizio svoltosi a Don Bosco, la città è attraversata da una sorta di “sfiducia collettiva”.

Un bioparco a cielo aperto

“Viviamo sommersi dai rifiuti ed abbiamo trasformato Roma in una discarica a cielo aperto e – ha aggiunto il candidato Sindaco di centrosinistra – in molti quartieri l’abbiamo trasformata anche in un bioparco a cielo aperto, con varie specie di animali che si aggirano per le strade”. Frequentano la capitale per un motivo intuitivo.

Perchè ci sono i cinghiali

“Se i cinghiali arrivano in città – ha recentemente ricordato proprio il presidente del Bioparco di Roma, il biologo Francesco Petretti - è perché c'è un motivo che li spinge, il cibo, e hanno capito che è possibile trovare da mangiare vicino all'uomo senza il pericolo di essere abbattuti dai cacciatori”. Ma non è una condizione ineludibile. Per riportare gli ungulati al loro habitat naturale “basta solo che non ci sia più un rimpallo di responsabilità, che i rifiuti vengano raccolti regolarmente e che i cittadini adottino un corretto comportamento” ha sintetizzato Petretti.

Rifiuti conseguenza malgoverno

E’ possibile tenere le strade pulite? Gualtieri, nell’incontro organizzato nell’area pedonale di via Flavio Stilicone con Massimiliano Smeriglio e la lista Sinistra civica  ecologista, la risposta non può che essere affermativa. “Roma non è ingovernabile, chi l’ha governata non è stata capace. Se cambi 5 volte di seguito l’amministratore delegato dell’Ama e 2 volte il suo presidente, se dopo qualche mese cambi il vertice e metti persone che non sono esperte di rifiuti, poi non ci dobbiamo stupire che la città sia sporca”. E non ci si deve troppo stupire neppure se animali selvatici, come i cinghiali ed i gabbiani, decidano di approfittarne.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, Gualtieri va all'attacco della Raggi: "Roma trasformata in un bioparco a cielo aperto"

RomaToday è in caricamento