menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aurelio, è emergenza rifiuti: Mancinelli lancia un nuovo grido di allarme

Il minisindaco del Municipio XIII chiede al nuovo presidente dell'Ama di fare un giro sul territorio per verificare la gravità della situazione: "Le strade sono invase da cumuli di rifiuti"

A Roma il problema rifiuti è ancora all'ordine del giorno. Un nuovo grido di allarme arriva dal XIII municipio Roma Aurelio: "In molti quartieri di questo territorio è di nuovo emergenza rifiuti". La denuncia è del presidente Valentino Mancinelli che racconta: "Sono decine le postazioni di cassonetti che da giorni sono invase da cumuli di rifiuti in terra segno di frequenze di passaggio dei raccoglitori insufficienti e mancato coordinamento con le squadre deputate a ripulire le piazzole dai cumuli".

Non è la prima volta che succede. Durante le feste natalizie molti cittadini hanno dovuto affrontare una situazione simile, fatta di cassonetti colmi e strade ricoperte da tappeti di immondizia. L'emergenza risale ad ottobre. Già allora Mancinelli aveva puntato i riflettori sulla gravità della situazione, chiedendo un tempestivo intervento dell'Ama.

La situazione nei mesi non è migliorata. Così Mancinelli ha lanciato una 'sfida' all'Ama: "Ho chiesto al nuovo Presidente di AMA, Daniele Fortini, la disponibilità a venire con me sul territorio in modo che possa prendere visione direttamente di uno standard del servizio di raccolta al di sotto dell’accettabile per una Capitale europea. La chiusura della discarica di Malagrotta e il malfunzionamento dei nuovi sistemi di raccolta, in particolare di quello con i cassonetti stradali, richiedono interventi concreti, immediati e strutturali. A poche settimane da un evento, quello della Canonizzazione dei Papi Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, che porterà nei quartieri dell’Aurelio e attorno all’area di San Pietro centinaia di migliaia di persone, i cittadini e l’Amministrazione municipale si attendono, a fianco della necessaria riorganizzazione aziendale, l’immediato ripristino di livelli minimi di decoro sotto i quali non è possibile andare”.

Sulla questione rifiuti è intervenuta anche l'assessore all'Ambiente di Roma Capitale Estella Marino che ha commentato l'ultimatum che il Colari di Manlio Cerroni ha inviato proprio in questi giorni all'Ama aprendo la possibilità a una chiusura dei propri impianti. "Verificheremo cosa sta succedendo. Devo vedere le carte e capire la situazione. Dopo l'interdittiva del prefetto Pecoraro abbiamo bloccato i pagamenti e stiamo continuando a conferire. Quegli impianti servono ovviamente per Roma Capitale, perché trattano circa la metà dell'indifferenziato. Quindi mi auguro che nessun soggetto abbia in testa di mandare Roma in emergenza e lasciare i rifiuti per strada".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento