Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Libia, a manifestanti con maglietta di Emergency vietato l'accesso

Vietati gli accessi alla manifestazione di Emergency a chi indossava la maglietta dell'associazione o dell'articolo 11 della costituzione. Si raccolgono testimonianze per presentare esposto in procura

Emergency vuole presentare un esposto alla procura per verificare eventuali reati a carico di "diversi agenti di pubblica sicurezza" accaduti durante la manifestazione contro l'intervento in Libia di sabato scorso.

L'associazione di Gino Strada sta raccogliendo testimonianze, oltre a quelle che ha già a disposizione, per dimostrare che alcuni agenti avrebbero imposto a persone che indossavano la maglietta con il logo dell'associazione oppure quelle con l'articolo 11 della Costituzione di non passare in alcuni posti della capitale. La notizia è stata data dal presidente di Emergency, Cecilia Strada, in occasione della presentazione del mensile di Emergency.

"Sabato, a Roma, si è tenuto un presidio pacifico in piazza Navona - ha spiegato Cecilia Strada - dopodiché ad alcuni cittadini che passeggiavano, o stavano semplicemente raggiungendo i treni, diversi agenti di pubblica sicurezza hanno impedito di passare vicino a Palazzo Madama, Montecitorio e Palazzo Grazioli, dicendo loro che con quella maglietta non potevano passare". "Hanno fatto bene - ha ironizzato Gianni Mura, direttore del mensile e firma di Repubblica - perché dovevano essere messi dentro per possesso di maglietta impropria". "E' preoccupante - ha aggiunto Cecilia Strada - che le istituzioni abbiano paura di una maglietta con l'articolo 11 della Costituzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libia, a manifestanti con maglietta di Emergency vietato l'accesso

RomaToday è in caricamento