Elezioni Comunali Roma 2021

Comunali Roma 2021, dal totonomi spunta Massimiliano Smeriglio: il sondaggio fantasma agita il Pd

Una rilevazione telefonica su possibili candidature verso il 2021 scalda gli animi dei dem. La vera novità? Il braccio destro di Zingaretti nella rosa dei papabili

Massimiliano Smeriglio con Nicola Zingaretti

Un sondaggio fantasma per testare cinque possibili nomi di candidati sindaco di Roma alle elezioni 2021, i malumori interni di chi non ne sapeva niente, la smentita del partito che dice di non aver commissionato nulla a nessuno, e il nome dell'eurodeputato Massimiliano Smeriglio, braccio destro di Nicola Zingaretti già vice presidente della regione Lazio, che spunta a sorpresa e che è la vera novità. Si scaldano così in queste ore gli animi nel Partito democratico, romano e non solo. Ma andiamo con ordine. 

|l centrosinistra, si sa, sulle candidature al Campidoglio ancora nicchia. Dietro le dichiarazioni di facciata però c'è fermento. Di una rilevazione telefonica commissionata direttamente dalla segretaria di Nicola Zingaretti parla Carmelo Lopapa in un articolo uscito oggi su La Repubblica, edizione nazionale. L'obiettivo del sondaggio è testare il gradimento degli elettori democratici su possibili candidati a palazzo Senatorio. 

Il primo è quello di Roberto Gualtieri, ministro dell'Economia in carica, già vincitore contro Maurizio Leo (centrodestra) nel collegio Roma 1 lo scorso marzo. Segue Roberto Morassut, deputato, sottosegretario all'Ambiente, con una lunga esperienza nell'amministrazione romana dell'era Veltroni. E ancora i minisindaci Sabrina Alfonsi e Giovanni Caudo, I e III municipio. 

Quattro papabili non nuovi al toto nomi, che però del sondaggio non sapevano assolutamente niente. Dagli staff trapelano malumori e irritazioni. Le telefonate in mattinata si rincorrono e non sono esattamente concilianti. Chi lo ha voluto, richiesto e poi diffuso il sondaggio senza neanche avvisare i diretti interessati? "Si precisa che il Pd non ha mai commissionato alcun sondaggio sull'argomento" scrivono dal Nazareno in una nota stampa. Una smentita che pare quasi obbligata per gettare acqua sul fuoco. 

Ma stando a quanto ricostruito da RomaToday, tramite fonti attendibili, alcuni elettori Pd avrebbero già ricevuto telefonate dalla società incaricata del sondaggio. Che esiste eccome quindi e fa montare i mal di pancia. "È probabilmente frutto di qualcuno che è patologicamente ossessionato da manie sondaggistiche, ha soldi da spendere e tempo da buttare e si camuffa abusivamente dietro il Pd" scrive su Facebook con toni duri Morassut. 

Parole che fanno pensare che il riferimento sia al quinto nome della rosa, unico a far notizia perché mai citato prima d'ora. Massimiliano Smeriglio, braccio destro di Nicola Zingaretti, anima "movimentista" della sinistra fuori e dentro il Palazzo, ex vicepresidente della regione Lazio fino all'elezione da eurodeputato nel 2019, approdato di recente nelle file del Pd dopo una lunga storia che lo ha portato da Rifondazione comunista a Sel. 

Più volte è stato accusato di parlare del Pd senza farne parte, di sfruttare la vicinanza con l'attuale segretario dem per sovrarappresentare la componente di sinistra (con la quale ha mantenuto saldamente i contatti) nel centrosinistra romano. Ora che è ufficialmente un esponente del Nazareno, c'è chi lo digerisce ancora male. 

Eppure potrebbe inserirsi davvero nella corsa al Campidoglio. Possibile rappresentante di quel modello vincente di sinistra "allargata" a movimenti e associazioni civiche che si è già dimostrato vincente nei municipi riconquistati nel 2018. Montesacro e la sua Garbatella.

A poche ore dalla pubblicazione del nostro articolo, arrivano le parole di commento dello stesso Smeriglio. Le riportiamo integralmente. "Non parlo a nome del PD, non l'ho mai fatto. Non sono il vice di Nicola Zingaretti. Di questa storia non so nulla. Faccio il parlamentare europeo da meno di un anno e intendo onorare fino in fondo l'impegno preso con gli elettori. Non mi occupo di retroscena ma solo di dare un contributo dalla mia postazione alla costruzione di una alleanza progressista capace di vincere le elezioni a Roma nel 2021. Il resto sono soltanto chiacchiere inutili". 

+++articolo aggiornato alle ore 15:07+++

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali Roma 2021, dal totonomi spunta Massimiliano Smeriglio: il sondaggio fantasma agita il Pd

RomaToday è in caricamento