Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni Roma, il sondaggio: testa a testa Michetti-Gualtieri. Indecisi e astenuti sopra il 37%

L'indagine condotta dalla Gpf - Inspiring Research evidenzia come un'alta percentuale del campione intervistato non abbia ancora deciso se votare o meno

Il testa a testa, se ci sarà, sarà il più tradizionale possibile: se la giocheranno il candidato di centrosinistra Roberto Gualtieri e il candidato di centrodestra Enrico Michetti con quest'ultimo che al primo turno parte in vantaggio. È quanto emerge dal sondaggio condotto dalla Gpf - Inspiring Research, storico istituto di ricerche di mercato e di analisi socio-politica fondato nel 1982 dal sociologo Giampaolo Fabris. Per la prima indagine sono state condotte 2.500 interviste tra cittadini romani rappresentativi dell’elettorato per genere sia e per età, e le domande poste sono state le più semplici: andrà a votare, se sì chi voterà, e chi voterebbe al ballottaggio.

Michetti in testa

Le risposte sono arrivate tra il 26 e il 31 agosto, tratteggiando un quadro peculiare sotto diversi aspetti. Innanzitutto sulle preferenze di voto. A raccogliere più preferenze è Enrico Michetti: il 34,7% degli intervistati ha dato al candidato di centrodestra la preferenza, con Gualtieri che lo tallona con il 28,6%. Segue la sindaca uscente Virginia Raggi, con il 22,7%, e Carlo Calenda con il 13,5%.

sondaggio elezioni gpf intenzioni voto-2

Elezioni comunali 2021, tutte le notizie

Chi vincerebbe al ballottaggio?

Il sondaggio si è concentrato anche sulla fase successiva al voto, e cioè sul ballottaggio. Alla domanda su cosa voterebbero i romani in questo caso, le risposte arrivate sono diverse:

- Tra Gualtieri e Raggi vince abbastanza nettamente Gualtieri, 63,1% contro 36,9%;

- Tra Gualtieri e Michetti la vittoria è più combattuta: resta in vantaggio Gualtieri con il 53,9%, ma Michetti registra il 46,1%, sempre con forchette molto ampie visto il periodo. Gualtieri in questo caso sembra avvantaggiato nel raccogliere parte del bacino di Raggi e di Calenda.

sondaggio elezioni gpf - ballottaggio-2

- In un testa a testa Michetti-Raggi, l’indagine vede Michetti vincere nettamente, con il 57,7% contro il 42,3%.

- Se a contendersi la vittoria fossero Michetti e Calenda, ancora una volta stando alle risposte arrivate vincerebbe Michetti con il 58,6% delle preferenze contro il 41,4%.

Romani preparati, ma indecisi

Il sondaggio ha anche analizzato la conoscenza e la preparazione dei romani in vista delle elezioni, e la loro intenzione di andare alle urne. I risultati dimostrano che il 75,6% degli intervistati conosce la data precisa delle elezioni, il 10% sa che si vota ma sbaglia data, mentre il 14,4% non sapeva delle elezioni. Inoltre poco più del 66% di chi ha detto che voterà sceglierà tra i 4 candidati principali.

Il 62% degli intervistati ha quindi dichiarato che andrà a votare, mentre un 13,3% a oggi è intenzionato a rinunciare. Il dato interessante riguarda però gli indecisi: quasi il 24 % (il 23,8%) non sa se andrà a votare, in netta contrapposizione a Milano, dove l’indecisione è inferiore e si attesta tra il 15 e il 18%. In un’intervista successiva, l’11% degli intervistati ha ribadito e confermato che non andrà a votare, e il 17,8% ha detto che probabilmente andrà, ma ancora non sa chi voterà.

sondaggio elezioni gps -astensione

“Al di là delle analisi semplici e dei risultati del ballottaggio, che  oggi non riservano grande sorprese, ciò che merita una riflessione approfondita è il numero di indecisi - commenta Luca Morvilli, amministratore delegato di Gpf Inspiring Research - Il 23,8% è un numero molto alto rispetto ad altre piazze, e fa pensare anche il numero di chi sicuramente non andrà a votare. Non è altissimo, ma è coerente con il numero degli indecisi. E sono numeri che possono incidere parecchio: in generale a questa distanza dalle elezioni c’è molta fluidità, ci sono molte persone che cambiano idea, ma mi viene da dire che tutti i candidati devono riconquistare un po’ di fiducia e attenzione da parte dei romani. Quasi un 24% di indecisi è un dato importante per tutta la politica romana: bisognerà prima convincerli ad andare a votare, e poi lavorare a ottenere le preferenze”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Roma, il sondaggio: testa a testa Michetti-Gualtieri. Indecisi e astenuti sopra il 37%

RomaToday è in caricamento