menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunali 2021, ci sono anche le Sardine: “Pronti per Roma del futuro”

Il movimento nato anti-Salvini nato nelle piazze pronto a dare il proprio contributo al centrosinistra romano: "Non con nomi ma con programmi, ripartiamo dai territori"

Per la costruzione della città del futuro a Roma ci sono anche le Sardine, il movimento anti-Salvini nato a Bologna sul finire dell’anno scorso e poi radicatosi nelle altre città italiane conquistando diverse piazze, tra cui quella di San Giovanni dove si è svolta la prima grande manifestazione nazionale della nuova “alternativa”. 

Le Sardine di Roma per costruire la città del futuro

Dopo il “congresso” a porte chiuse nello stabile occupato dello Spin Time di San Giovanni e la sollecitazione al Pd ad indire le primarie per la scelta del candidato sindaco, le Sardine di Roma hanno accolto l’appello del coordinamento del centrosinistra ‘Insieme per Roma’, che ha deciso di aprire alle energie ed esperienze della città per avviare un percorso comune sui programmi per la rinascita della Capitale. Le Sardine di Roma si sono messe a disposizione. 

Comunali 2021, ci sono anche le Sardine: “No nomi ma programmi”

“Non sui nomi ma sui programmi” - specifica il movimento. “Le 6000 Sardine Roma sono disponibili ad ascoltare e a contribuire al manifesto che si verrà a formare per la Roma del futuro”. Nel documento porteranno i loro valori e ideali: antifascismo, antirazzismo, solidarietà, accoglienza, rispetto, inclusione, non violenza, lotta alle diseguaglianze, valorizzazione delle diversità. 

Sardine a Roma, il mare di San Giovanni canta Bella Ciao: "Siamo i partigiani del 2020"

Ripartire dai territori: “Ascoltiamo municipio per municipio”

“In questi mesi abbiamo cercato di risvegliare le coscienze dei cittadini troppo spesso rassegnati, abbiamo promosso la partecipazione, il ritorno ad una piazza pacifica, la fisicità dei corpi in antitesi all’evanescenza dei social. Adesso - scrivono in una nota  - è il momento di contribuire ai programmi per risolvere i problemi di questa città grande come tanti capoluoghi di provincia messi insieme, ognuno con le proprie difficoltà e peculiarità”. Dopo il tour nelle periferie, le Sardine ripartono dai territori con la volontà di raccogliere e rilanciare i temi segnalati dai cittadini municipio per municipio. 

L’appello delle Sardine di Roma: “Sì a primarie per scegliere candidato”

“Non ci esprimeremo sui nomi ma auspichiamo che la scelta del candidato sindaco del centrosinistra avvenga attraverso le primarie di coalizione che, pur  comprendendo le difficoltà dovute al Covid, riteniamo essere uno strumento democratico importante che permetterebbe a tutti i romani di partecipare attivamente alla scelta del candidato”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento