Martedì, 28 Settembre 2021
Elezioni Comunali Roma 2021

Su San Basilio si consuma lo scontro Gualtieri-Raggi: "Mai stata in periferia". La replica: "Non si permetta"

Il candidato di Centrosinistra attacca la sindaca e pubblica un video in cui alcuni residenti la criticano. Lei posta un elenco di interventi fatti in periferia, supportata dalle truppe pentastellate.

Galeotto fu San Basilio. Ma stavolta non è scattata nessuna scintilla d'amore, al contrario. Sulla problematica piazza del quartiere, incrocio di emergenze sociali e abitative, si sta consumando quella che, al momento, è la schermaglia più lunga e accesa di questa campagna elettorale tra Roberto Gualtieri e Virginia Raggi

La replica di Raggi a Gualtieri

L'attuale sindaca, infatti, non ha gradito - per usare un eufemismo - l'attacco del candidato di Centrosinistra, che l'ha accusata di aver più che altro "fatto teatro" a San Basilio, senza realmente contribuire a riqualificarla. "In periferia non sanno nemmeno chi sei", ha twittato Raggi, riferendosi direttamente allo sfidante per la corsa al Campidoglio. Poi, su Facebook, una replica più lunga e accorata: "Gualtieri si è permesso di dire che vado in periferia solo per la campagna elettorale - le parole del primo cittadino - . E' una cosa ridicola. In periferia io ci vivo: abito ad Ottavia. So di che cosa stiamo parlando, non me ne ricordo solo in campagna elettorale". 

L'elenco degli interventi in periferia

E per avvalorare la sua posizione di "sindaca delle periferie", come qualche cittadino l'avrebbe a sua detta definita in passato, Raggi ha elencato alcuni degli interventi ultimati nei cinque anni di amministrazione: "In diverse zone ho portato l’acqua e la luce che mancava da decenni - ricorda - . Penso a via Pomigliano d’Arco dove i residenti non avevano da 40 anni l’illuminazione pubblica. E poi, solo per citare gli ultimi, ci sono il parco Commendone nel quartiere Torrevecchia, Largo Scapoli a Villaggio Prenestino, il parco delle Palme a Centocelle, via Gavio Massimo e via Banduri a Ostia antica, Parco Baden Powell nel quartiere di Colli Aniene. Ho cominciato, a mani nude, una battaglia contro la criminalità. Contro il clan Casamonica che spadroneggiava a Roma: al Quadraro ho abbattuto le loro ville abusive". A corredo del post, la sindaca pubblica una foto mentre parla con due signore anziane, seduta su un muretto: "Era il settembre 2020 - ricorda la sindaca - ero a San Basilio, parlando con i residenti. Io non mi presento da loro poche settimane prima del voto, come fanno Gualtieri e il Pd che per decenni sono stati assenti". 

Gualtieri con i cittadini: "Raggi? Ci ha abbandonati"

"A San Basilio la Raggi non la vota più nessuno", dice un ragazzo con il cappellino bianco rivolto a Gualtieri. "Ho chiesto l'autorizzazione per l'ampliamento del suolo pubblico, per stare in regola. Domanda avanzata un anno fa, nessuna risposta", testimonia una commerciante del quartiere insieme al marito. E poi c'è chi si lamenta per le strade dissestate e i rifiuti sparsi ovunque. Si vede tutto questo nel video postato su Twitter da Gualtieri, frutto della mattinata trascorsa a San Basilio. 

La contraerea grillina 

In difesa di Virginia Raggi scende in campo Giuliano Pacetti, capogruppo del M5s in assemblea capitolina: "I vecchi partiti che hanno abbandonato le periferie ogni cinque anni tornano per cercare voti - accusa - . Oggi è la volta di Gualtieri a San Basilio. Vorrei invitare i candidati sindaci a non copiare e incollare pezzi interi del nostro programma. A San Basilio con Raggi ci siamo occupato della manutenzione delle case popolari, delle fognature di via Giolitti, della palestra della legalità in un locale strappato allo spaccio, del restauro della fontana delle balene e della riqualificazione del mercato rionale". Pacetti cita inoltre l'iniziativa "Spaccio Arte", fiore all'occhiello dell'attività della delegata alle periferie della sindaca, la giornalista Federica Angeli. 

"Caro Gualtieri, come al solito chiacchieri tanto, ma la verità è che nelle periferie non sanno nemmeno chi sei". Anche Paolo Ferrara, anche lui portavoce pentastellato in Campidoglio - . Il Pd se le è dimenticate per anni, e tu hai pure il coraggio di parlare. La sindaca di Roma in questi anni ha lavorato duramente per portare decoro, servizi e legalità anche in periferia".

Caudo: "Ancora c'è chi dà credito a questa amministrazione"

Giovanni Caudo, presidente del III Municipio e capolista di Roma Futura alle elezioni comunali del 3 e 4 ottobre, non si fa scappare l'occasione e ricorda alla sindaca quanto scarsi siano stati gli strumenti messi in mano agli enti di prossimità per combattere il degrado. Per farlo, cita l'esempio dei marciapiedi, che "sono diventati una giungla, ma non solo quelli del Municipio III. Io mi meraviglio che ci possa essere ancora chi dopo cinque anni vorrebbe dare credito a una amministrazione e una sindaca che ha ridotto la città in questo modo - denuncia l'ex assessore all'Urbanistica della Giunta Marino - . Al tempo della comunicazione social non conta quello che fai ma quello che dici, e poco importa se è vero. L’efficacia della sindaca da questo punto di vista è singolare, per provarla basterebbe chiedere ai romani se sanno chi è l’assessore ai rifiuti di Roma o l’assessore al verde. I due principali responsabili di questo disastro non sono neanche conosciuti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su San Basilio si consuma lo scontro Gualtieri-Raggi: "Mai stata in periferia". La replica: "Non si permetta"

RomaToday è in caricamento