Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni Roma, Salvini dà l'ok ai candidati di Meloni. Matone o Michetti: centrodestra al bivio

Il leader della Lega ha incontrato il magistrato Simonetta Matone e l'avvocato e professore Enrico Michetti, manca l'accordo. Meloni ha fretta di chiudere: "Si faccia una scelta, dobbiamo fare campagna elettorale"

Simonetta Matone o Enrico Michetti. Ricardrà su questi due nomi la scelta del centrodestra per il candidato sindaco a Roma. La decisione però ancora non è stata presa. Il leader della Lega, Matteo Salvini, li ha incontrati entrambi ma all’uscita dal Senato nulla è trapelato sull'esito dell'incontro. Silenzio d'obbligo. 

Salvini incontra Matone e Michetti: "Ho di entrambi ottima opinione"

Sono giorni caldi all’interno della coalizione, il tempo stringe e per iniziare la campagna elettorale serve un nome forte: spendibile per conquistare la Capitrale. Il centrodestra è a un bivio. "Ho incontrato sia la Matone che Michetti, di entrambi ho un'ottima opinione. Amano Roma, conoscono Roma e hanno le idee chiare. Garantiscono ai romani vero cambiamento, orgoglio ed efficienza dopo i disastri degli ultimi anni. Non tifo nè per l'uno nè per l'altro, ma per il centrodestra e la vittoria" - ha detto Salvini ai cronisti in attesa. 

Matone e Michetti piacciono, in leggero vantaggio l’avvocato e professore universitario di diritto amministrativo. Anche se la candidatura di una donna, magistrato ed ex sostituto procuratore presso il Tribunale dei minori di Roma, potrebbe scardinare gli equilibri. "La sinistra non è in grado di fare una sintesi: a Roma presenterà tre candidati, soffre il fatto che il centrodestra sarà unito. Sono convinto che i candidati che stiamo esaminando siano di alto livello: Michetti e Matone, li incontrati entrambi e mi hanno fatto un'ottima impressione, hanno le carte in regola per vincere e governare" - ha rilanciato Antonio Tajani, coordinatore di Forza Italia, ospite di SkyTg24. 

Giorgia Meloni sponsorizza Enrico Michetti

Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia sostengono convintamente Michetti, c’è fretta di chiudere la partita e iniziare quella per la raccolta dei consensi. 

Michetti è come il signor Wolf, risolve problemi” - aveva detto la leader di recente sponsorizzando la candidatura del professore e speaker radiofonico. "Cinque anni fa per privilegiare un interesse di partito il risultato è stato che noi romani, e noi italiani, ci siamo trovati un sindaco di Roma che ha devastato questa città, Virginia Raggi, grazie al lavoro della quale oggi la Capitale d'Italia viene derisa sui quotidiani di tutto il mondo. E non è un problema solo dei romani, perchè la Capitale di una grande Nazione è l'immagine di una Nazione. Ed è la ragione per la quale a me oggi non interessa minimamente, e vale anche per Milano e le altre grandi città, mettere la bandiera del partito. Sicuramente oggi Fdi a Roma è il partito di maggioranza nel centrodestra, ma non mi interessa dire 'voglio il candidato mio'. Io voglio vincere" - ha detto Meloni partecipando a 'Non è l'arena' su La7.

Centrodestra, manca l'accordo: "Se Michetti non piace facciano altra proposta"

Ma l’accordo ancora non c’è. Evidenti gli attriti con la Lega. “Ho portato la proposta del professor Michetti perchè parliamo di una persona che sul piano della conoscenza dell'amministrazione non ha pari. Una macchina complessa come quella dell'amministrazione capitolina ha bisogno di qualcuno che sappia dove mettere le mani, altrimenti non riesci nemmeno a essere sicuro che sulla targa scrivano bene il nome di un ex presidente della Repubblica". "Io non voglio imporre il candidato, io - ha concluso Meloni - voglio che lo decidiamo insieme. Non va bene? Fatemi un'altra proposta. Io voglio chiudere, dobbiamo fare la campagna elettorale". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Roma, Salvini dà l'ok ai candidati di Meloni. Matone o Michetti: centrodestra al bivio

RomaToday è in caricamento