Elezioni Comunali Roma 2021

Roma ecologista: presentata la nuova lista a sostegno di Virginia Raggi

Pecoraro Scanio, sponsor della nuova lista: "Raggi è la più ecologista"

E’ stata presentata ufficialmente a piazza Vittorio la nascita della lista “Roma ecologista” . Sostiene, insieme alla civica “Virginia Raggi” ed alla lista del M5s, la corsa in Campidoglio dell’attuale sindaca di Roma.

Il princio di legalità

La lista è capitanata da Alessandro Bianchi, l’ex ministro ai Trasporti di Romano Prodi, che nel 2013 si è anche candidato per la fascia tricolore. “Appoggio Raggi- ha spiegato Bianchi- perché ha cacciato dal Comune i comitati di affari. Senza principio di legalità non si va da nessuna parte. E poi perché Raggi ha fatto moltissime cose ecologiste. Il nostro programma si riassume in due parole: ambiente e territori, con un'unica città dalle periferie al centro da ricucire attraverso la mobilità e quindi una nuova rete tranviaria a partire dalla riattivazione delle circolari rosse e nere sui lungotevere”.

Il raccordo anulare verde

A proposito di ambiente, c’è una proposta che è destinata a fare breccia. L’ha sintetizzata l’esperto in gestione ambientale Lapo Sermonti, candidato nella lista Roma Ecologista e coautore, con Alessandro Di Battista, dell’agenda ecologista. "La priorità – ha annunciato Sermonti -sarà la riforestazione ambientale partendo da una linea di alberi attorno al raccordo anulare” .

Raggi la più ecologista

Il principale sponsor della nuova lista è però Alfonso Pecoraro Scanio. Già ministro dell’Ambiente con Romano Prodi, l’attuale presidente della fondazione UniVerde non sarà candidato. Ma ha deciso di supportare concretamente il nuovo soggetto politico. “Io sono un convinto sostenitore della rielezione di Raggi, che deve completare e migliorare il lavoro svolto. Invito tutti gli ecologisti a votare Raggi, anche con un voto disgiunto in caso. Raggi è la più ecologista che c'è” ha sottolineato Pecoraro Scanio.

“Dobbiamo rispettare la Terra che è l'unica casa che abbiamo. Come? Attuando cambiamenti progressivi ma inesorabili, cambiando anche le nostre abitudini di vita. Applicare il metodo della sostenibilità per tutte le azioni politiche ma anche quotidiane che svolgiamo” ha spiegato Virginia Raggi, nel corso della presentazione svoltasi nei giardini di piazza Vittorio.

La ricerca dei candidati per Roma Ecologista

“Questa lista – ha aggiunto Raggi – ci aiuterà a fare di Roma la protagonista della trasformazione ecologica e digitale in Italia. Noi lo possiamo fare. Roma ha le carte in regola per riuscirci”. Ma per completare il numero dei candidati, il 24 agosto l’ex ministro Bianchi ha dovuto lanciare una call. Con l’obiettivo di trovare gli ultimi 10 da mettere in lista, è stato infatti chiesto ai romani di farsi avanti, senza neppure l’inoltro del proprio CV. Per entrare nella “Roma Ecologista”, infatti, è bastato compilare un semplice form con nome, cognome, ed eventualmente “un’idea di buon governo della Capitale”.

Sindaca boicottata

Sul tema caldo dell’estate, la gestione dei rifiuti romani, poco e niente. Solo Pecoraro Scanio ne ha cenno affermando che “non è stato fatto abbastanza” ha commentato l’ex ministro che ha anche aggiunto di pensare che “la sindaca è stata boicottata da troppe persone che sono state sleali, nel suo stesso partito”. Sarà a lei, comunque, che secondo il presidente di UniVerde bisogna puntare per avere una città più green. Eventualmente “anche con un voto disgiunto”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma ecologista: presentata la nuova lista a sostegno di Virginia Raggi

RomaToday è in caricamento