menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Virginia Raggi e Roberta Lombardi (immagine d'archivio)

Virginia Raggi e Roberta Lombardi (immagine d'archivio)

Roberta Lombardi contro il Raggi bis: "Sindaca pensa più alla carriera che alla propria forza politica"

La capogruppo del M5s in Regione Lazio boccia la ricandidatura della sindaca: "Effetti di quanto fatto in questi anni non si vedono ancora"

"Quando si inizia a portare avanti la propria carriera politica invece che pensare alla propria forza politica...". Un messaggio chiaro quello lanciato dalla capogruppo M5s in Regione Lazio Roberta Lombardi. Intervistata a Un Giorno da Pecora su Rai Radio 1, boccia la ricandidatura di Virginia Raggi alle elezioni comunali 2021

Da sempre sua acerrima nemica, nonché pioniera in Regione dell'alleanza con il Partito democratico, Lombardi sarebbe a favore di replicare l'esperimento di governo anche su Roma. Ipotesi che escluderebbe categoricamente Raggi dalla corsa con il simbolo del Movimento. "Sono preoccupata che il 5stelle possa non arrivare in aula Giulio Cesare - prosegue ancora - c'è bisogno di portare seriamente avanti gli obiettivi, perché gli effetti di quanto fatto in questi anni ancora non si vedono". 

Quattro anni di Raggi: il bilancio

Che Lombardi non sia tra i sostenitori di un bis della sindaca grillina non è una sorpresa. Ha ribadito la sua contrarietà anche in un'intervista rilasciata al quotidiano La Stampa. "Vorrei che il Movimento completasse quello che ha iniziato in questi 5 anni di governo di Roma, tornando vittorioso in Campidoglio una seconda volta - ha dichiarato - ma per come vivo io la città, credo che Raggi non sia una candidata vincente. È un discorso pragmatico, non personale".

Intanto lo stesso Nicola Zingaretti ha messo per l'ennesima volta il suo veto sulla figura di Virginia Raggi, escludendo ogni tandem con il M5s se il candidato è la sindaca uscente. Anzi, "non un veto politico", si tratta di "un giudizio politico negativo su una esperienza di governo che a mio avviso è stata negativa" ha ribadito il governatore del Lazio e segretario del Partito democratico. "A me dispiace anche che ogni volta che mi si faccia questa domanda e che lo debba ribadire. È un dato acquisito. Poi non capisco perchè continuino dei retroscena che non fanno bene su accordi sottobanco che sono totalmente inventati, perchè non c'è nulla da nascondere. Non è un veto è un giudizio politico". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento