Elezioni Comunali Roma 2021

Primarie: c'è il regolamento per il Comune, da definire quello per i municipi

Definita la coalizione: fuori Azione e Italia viva. Si voterà il 20 giugno, il 25 maggio termine ultimo per la presentazione delle candidature

"Insieme per Roma", la coalizione di centrosinistra che punta a riconquistare il Campidoglio, è da venerdì sera realtà. Sono infatti arrivate le firme sulla carta d'intenti e sul regolamento per la scelta del candidato sindaco. Restano ancora da decidere le regole per i municipi, oggetto di una prossima riunione della coalizione. Due i dati politici che emergono con forza: da un lato Italia Viva e Azione fuori dal perimetro del centrosinistra. Dall'altro la scelta del candidato sindaco che passa, chiunque sia in campo, dalle primarie. L'annuncio arriva infatti quando ancora non si è sciolto il nodo più importante, quello del nome forte, tra Nicola Zingaretti e Roberto Gualtieri che dovranno passare per le primarie. 

Chi fa parte della coalizione

La definizione di carta d'intenti e regolamento è avvenuta ieri sera. Il nome della coalizione sarà "Insieme per Roma Capitale del Lavoro, equa, ecologista, europea". Alla riunione hanno preso parte le rappresentanti e i rappresentanti delle forze politiche, civiche e sociali, insieme ai capigruppo in Campidoglio e alle presidenti e ai presidenti dei Municipi di centrosinistra I, II, III e VIII hanno condiviso la carta d'intenti e il regolamento quadro romano per le primarie del prossimo 20 giugno.

A siglare il manifesto sono: Partito Democratico, Articolo 1, Sinistra Italiana, Verdi - Europa Verde, Partito Socialista, Radicali Roma, Demos, Sinistra per Roma, Liberare Roma, Pop, Green Italia, PRI, Volt, E' Viva, Possibile, Tutti per Roma. Roma per tutti, Roma puoi dirlo Forte, Rete Civica, Italia Bene Comune, Partito Animalista.

Le regole per le primarie

Si voterà il 20 giugno. Ci sarà tempo fino al 25 maggio (e non il 20 come inizialmente previsto) per presentare le candidature per diventare il candidato sindaco del centrosinistra. Gli elettori voteranno nei gazebo il cui numero è ancora da definire. Possibile anche il voto elettronico attraverso la piattaforma partecipa. Basterà preregistrarsi entro cinque giorni prima del voto (sarà necessario lo SPID) e poi si potrà votare on line. Impossibile votare sia  on line che ai gazebo. Previsto il versamento di due euro per esprimere il voto. Ancora da definire il regolamento per la scelta dei presidenti di municipio. Anche in questo caso però, giurano i partiti della coalizione, la scelta passerà attraverso i gazebo. 

La nota di Insieme per Roma 

"Durante la Pandemia", spiega la coalizione, "siamo stati sempre al fianco delle romane e dei romani nella lotta al virus e per non lasciare nessuna e nessuno solo di fronte alla crisi. Ora vogliamo costruire insieme, anche attraverso proposte di iniziativa popolare, la Capitale del lavoro, equa, ecologista ed europea che riconosca il valore fondamentale delle donne per mettere al servizio di tutte e di tutti una grande squadra di persone che sono state in prima linea nel combattere declino e degrado e ora sono pronte a lavorare insieme per il riscatto della città più bella del mondo."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie: c'è il regolamento per il Comune, da definire quello per i municipi

RomaToday è in caricamento