Sabato, 12 Giugno 2021
Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni Municipio VII: sono tre i candidati nelle primarie di centrosinistra

Tutte candidature scelte tra attivisti del territorio: due del PD uno di Liberare Roma

Da sinistra a destra: Francesco Laddaga, Carlo Mazzei, Alessandro Luparelli

Il 20 giugno i residenti del Municipio VII che si metteranno in fila ai banchetti delle primarie, dovranno scegliere il proprio candidato. Sono tre i nomi che hanno deciso di cimentarsi nella competezione interna al centrosinistra.

Tre candidati per il municipio più grande di Roma

Per succedere alla presidenza dell’ex pentastellata Monica Lozzi, il Partito democratico ha deciso di puntare su due candidati. Niente big, com’è successo in altri municipi romani. Nel quadrante più popoloso della città, che con gli oltre 300mila abitanti gareggia con capoluoghi come Bari e Catania, il partito di Enrico Letta punta su rappresentanti che provengono dal territorio. Una scelta che è stata fatta anche da Liberare Roma, il movimento capitanato da Amedeo Ciaccheri e che, a Roma, esprime la candidatura di Imma Battaglia.

La candidatura di Francesco Laddaga

Dei candidati l’unico ad aver già ricoperto un ruolo amministrativo nel territorio è l’archeologo Francesco Laddaga. E’ stato infatti capogruppo della Lista Marino durante la consiliatura di Susi Fantino proprio in Municipio VII. Un’esperienza caratterizzata da frequenti contrasti, in seno alla maggioranza, cui però Laddaga si è spesso sottratto, continuando a sostenere la presidenza della minisindaca di centrosinistra. Terminata la consiliatura ha fondato l’Archeomitato, con lo scopo di far conoscere ai romani le bellezze del territorio municipale, così ricco di vestigia ed aree verdi. Nel corso dell’ultimo anno ha contribuito alla nascita di un coordinamento solidale del Municipio VII che ha consentito di distribuire buoni alimentari e di accogliere, durante l’emergenza freddo, le persone senza fissa dimora.

Carlo Mazzei, una vita nel PD

L’altro candidato espresso dal Partito Democratico è l’architetto Carlo Mazzei. Nato a Catanzaro ma trasferitosi a Roma all’età di 18 anni, Mazzei ha mosso i primi passi in politica come responsabile dei Giovani Democratici e della Rete Universitaria Nazionale. E’ inoltre segretario della sezione del PD di via La Spezia 79, il circolo di San Giovanni del film “Arance e Martello”. All’interno di quella sede, durante l’emergenza freddo, ha contribuito a creare degli spazi per accogliere persona senza fissa dimora. In tal modo hanno potuto beneficiare anche della rete solidale che,  il trentottenne Mazzei, ha contribuito con il suo circolo a costruire nel territorio.

Alessandro Luparelli, il candidato di Liberare Roma

Il terzo candidato che si presenta alla primarie di centrosinistra è Alessandro Luparelli. Operaio specializzato nella cura del verde, è da anni in prima linea nelle vertenze legate al territorio, sia sul piano occupazionale che su quello ambientale. Negli anni è stato impegnato  nella difesa dei posti di lavoro, ad esempio delle maestranze di Cinecittà studios,  ma anche ai progetti di riqualificazione del versante municipale del Parco di Centocelle. Tra le battaglie di cui si è reso protagonista, anche quella per il mantenimento dei spazi aggregativi destinati ai giovani del territorio. Portavoce della rete Cinecittà Bene Comune, attivista del centro sociale Spartaco, Luparelli ha aderito sin dal primo momento al movimento Liberare Roma con cui si candida alla primarie di centrosinistra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Municipio VII: sono tre i candidati nelle primarie di centrosinistra

RomaToday è in caricamento