menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Odissea Quotidiana lancia “Movete Roma”: il manifesto per la mobilità cittadina

Snellire le procedure per prolungare la Metro C, investire sul ferro e sulla partecipazione. In vista delle elezioni capitoline, “scendono in campo” i blogger di Odissea Quotidiana

Mancano meno di nove mesi alle prossime elezioni capitoline. Alcuni dei protagonisti nella corsa al Campidoglio, da Virginia Raggi a Monica Lozzi, sono già stati annunciati. Ma il contesto è in divenire.

Un quadro indefinito

C’è chi, nell'ipotesi del ricorso alle primarie, non ha escluso l’intenzione a prenderne parte. E chi, prima di sciogliere il nodo sulle alleanze, invoca una riorganizzazione dell’assetto capitolino. In questo quadro, certamente fluido uno spazio importante stanno cercando di ricavarselo anche alcune realtà civiche. Tra queste c’è quella che orbita attorno al blog Odissea Quotidiana.

Movete Roma!

“Facendo tesoro dell’esperienza di ben 9 anni sul web, nel mezzo della Settimana Europea della Mobilità, ci apprestiamo a lanciare ‘Movete Roma!”,  il nostro manifesto” fanno sapere i curatori del blog. Cosa intendano realmente fare, hanno intenzione di comunicarlo attraverso una diretta facebook. E’ prevista per il 17 settembre, ma già è possibile anticipare alcuni contenuti.

La metro C

Con Movete Roma, Odissea Quotidiana ha predisposto un articolato piano di opere. Ed anche un manifesto che si sviluppa su quattro punti.  Il primo aspetto su Andrea Tortorelli e gli altri curatori del blog puntano a strutturare il loro programma, riguarda la metro C. “La terza linea è stata brutalmente fermata al di sotto di piazza Venezia - hanno ricordato - ma è assolutamente prioritario riprendere le redini dell’opera”. Per farlo suggeriscono di “semplificare il meccanismo autorizzativo” e di “nominare un team commissariale”. L’obiettivo è quello di completare l’appalto, già aggiudicato, fino a piazzale Clodio.

La cura del Ferro

Un altro aspetto su cui Movete Roma sembra puntare molto riguarda la cosiddetta “Cura del Ferro”. Per Odissea Quotidiana si tratta di completare la rete metropolitana per raggiungere almeno il perimetro del Raccordo Anulare. Un’operazione che andrebbe poi rafforzata con l’estensione delle linee tranviarie da distribuire, in maniera capillare, in tutti i quartieri.

Sicurezza e partecipazione

Gli ultimi due aspetti del manifesto programmatico riguardano gli interventi necessari per mettere in sicurezza la Capitale, in modo da renderla  “a misura di bambino”. Cosa che comporta maggiori investimenti sulla rete ciclabile ma anche su misure di sicurezza stradale, come possono essere le isole ambientali già in qualche territorio sperimentate. E poi c’è il nodo della partecipazione. Per evitare “opere inadeguate” e rispetto ai risultati ottenuti anche onerose, come la filovia sulla Laurentina e la Funivia di Casalotti, Odissea Quotidiana suggerisce di creare un “tavolo permanente sulla mobilità sostenibile”. 

Scende in campo Odissea Quotidiana 

In vista delle prossime elezioni quindi, anche Odissea Quotidiana "scende in campo" con la propria proposta. Aperta alla partecipazione e mirata “a plasmare i programmi elettorali dei candidati sindaci in modo tale che soddisfino le reali necessità della città”. Le idee per migliorare il sistema di trasporto pubblico, a giudicare dalla quantità di interventi che il blog ha indicato nel suo "piano delle opere", di certo non mancano. Ai protagonisti della prossima campagna elettorale, il compito di farne tesoro. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento