Elezioni Comunali Roma 2021

Michetti: "Nessun appello sui vaccini. Rispetto libertà di scelta". Calenda: "E' un irresponsabile"

Sul Green Pass: "Se si fanno delle norme per render il vaccino di fatto obbligatorio c'è qualcosa che continua a non essere chiaro"

Dopo Virginia Raggi, anche Enrico Michetti, candidato sindaco del centrodestra, sceglie la strada dell'ambiguità sul tema vaccini. Vaccinato, l'avvocato ammistrativista, indica il suo pensiero sugli appelli: "Anche da sindaco non potrei fare degli appelli ai cittadini romani per vaccinarsi, perché rispetto il principio di libertà di ognuno: questo non è un tema che riguarda la città di Roma perché la competenza è regionale. Quindi io consapevolmente mi sono vaccinato e ho fatto entrambe le dosi". 

Michetti si esprime anche sul Green pass: "Allora si abbia il coraggio di rendere obbligatorio il vaccino, perché se si fanno delle norme per renderlo di fatto obbligatorio c'è qualcosa che continua a non essere chiaro. Quindi di fronte a questa confusione figuriamoci se io posso fare degli appelli. Io credo di essere una persona che rispetta il principio di libertà e il pensiero di ognuno di noi. Non posso imporre a una persona di inocularsi un farmaco che non vuole, c'è gente terrorizzata e non penso sia giusto giudicare".

A prendere posizione contro Michetti è Carlo Calenda, il primo ad incalzare la Raggi sui vaccini. "Michetti è un irresponsabile. Assurdo che a Roma abbiamo due candidati che flirtano con i no vax. Ed è anche una posizione particolarmente stupida. Se ti vaccini e ritieni che sia importante in che modo dirlo sarebbe contro la libertà di scelta? Mica stai imponendo un obbligo".  

L'assessore alla Sanità della regione Lazio attacca Michetti: "È singolare che il candidato sindaco del centrodestra Michetti dica che non spetta a lui fare appelli alla vaccinazione. Voglio solo ricordare al candidato che il sindaco di una città è l’autorità sanitaria locale per antonomasia e che dovrebbe avere a cuore la salute dei propri cittadini e oggi il virus si combatte con il vaccino. Dichiarare di astenersi dal fare appelli significa astenersi dalla lotta al Covid. Siamo in guerra e non combattere vuol dire disertare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michetti: "Nessun appello sui vaccini. Rispetto libertà di scelta". Calenda: "E' un irresponsabile"

RomaToday è in caricamento