Municipio VII, gli attivisti M5s fanno quadrato. Niente sfiducia per Monica Lozzi

Gli attivisti grillini del Municipio VII hanno deciso di sostenere la prosecuzione dell’esperienza di governo locale. La scelta è stata comunicata anche alla “facilitatrice” M5s Paola Taverna

L'ingresso del Municipio VII a Cinecittà

Non era una decisione scontata. Infatti, prima di prenderla, c’è stato un lungo confronto. La scelta però è stata condivisa. Ed alla fine gli attivisti grillini hanno deciso di renderla pubblica. Loro sostengono gli eletti che siedono in consiglio municipale. I quali, a loro volta, continuano ad appoggiare Monica Lozzi. Nonostante il suo addio al Movimento fondato da Beppe Grillo.

La decisione degli attivisti

Il gruppo attivisti M5s del VII Municipio (Roma), presenti alle iniziative del M5s territoriale, in virtù del consenso espresso, dalla maggioranza, con votazione interna - e in considerazione delle nuove dinamiche intervenute nell'assetto politico-amministrativo del Municipio medesimo -, intende appoggiare i Portavoce Consiglieri municipali M5S nel prosieguo del Programma votato alle ultime amministrative del 2016, fino allo scadere del mandato” si legge in una nota che gli stessi attivisti hanno voluto diramare.

In aggiunta, indicando gli articoli (3 e 4) del Codice Etico pentastellato, gli attivisti hanno dichiarato il loro impegno  “unitamente ai consiglieri, a vigilare affinché sia preminente la tutela del bene comune allo scopo di non disperdere il lavoro svolto fino ad oggi sul territorio e a definire nuovi progetti oggi in fase preliminare, completare i progetti in itinere già messi a bando e/o già finanziati che attendono di essere ultimati, per un totale di oltre 10 milioni di euro, incrementabili a fine anno, in fase di assestamento di bilancio" . 

Favorevoli e contrari alla sfiducia

La stella polare: il programma

Insomma, la priorità è il programma elettorale. E la presidente Lozzi, come ha spesso ribadito dopo aver lasciato il M5s, ne ha già realizzato il 90%. Ora si tratta di portare a dama anche il resto delle promesse fatte in campagna elettorale. Un obiettivo che, questi volontari, hanno ribadito anche ai “facilitatori” grillini, una nuova figura recentemente creata nel Movimento per mantenere il rapporto dei “senatori” con la base.

Il confronto con i "big"

“Ieri (mercoledì 5 agosto ndr) abbiamo avuto un confronto su ZOOM con Paola Taverna e Francesco Silvestri. Gli abbiamo comunicato la nostra decisione. Continueremo ad appoggiare i consiglieri del M5s eletti in Municipio che, a loro volta, stanno sostenendo la minisindaca - ha spiegato un attivista che ha partecipato all’incontro telematico - abbiamo condiviso un comunicato, dopo un lungo confronto che si è svolto tra il 28 ed il 30 luglio. E nell'appuntamento di mercoledì 5, lo abbiamo ribadito”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La fiducia degli attivisti

I facilitatori Taverna e Silvestri ora ne sono a conoscenza. E con loro anche il resto del M5s. La base non vuole la sfiducia. L’obiettivo per questi volontari, impegnati sul territorio nella manutenzione del verde, nell’allestimento dei banchetti e recentemente nella consegna dei pacchi alimentari, è mantenere fede alle promesse elettorali. La priorità, quindi, resta il programma.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento