Elezioni Comunali Roma 2021 Centro Storico

Primarie centrosinistra I Municipio, Lorenza Bonaccorsi: “Ora un programma partecipato”

Intervista all’esponente dem: “Ci confrontiamo con Pulika Calzini e Matteo Costantini. Emiliano Monteverde sarà vicepresidente”

Ha vinto in tutti i seggi del I Municipio Lorenza Bonaccorsi, già parlamentare e assessora regionale al Turismo della giunta di Nicola Zingaretti. Candidata unitaria del PD alle primarie del centrosinistra, oggi prevale sui due avversari e diventa la personalità che vuole succedere a Sabrina Alfonsi per la guida del municipio Centro Storico. Sul programma e gli esiti della coalizione, l’abbiamo intervistata.

Onorevole Bonaccorsi, quale il bilancio politico all’indomani delle primarie?

Sono andate molto bene, è stato un momento importante di partecipazione per il centrosinistra romano e per tutta Roma. La vittoria di Roberto Gualtieri è stata un grande messaggio di fiducia per la coalizione di centrosinistra. Fare le primarie è stata una scelta giusta e sono contenta del lavoro che abbiamo fatto nel primo municipio, nonché del lavoro che dobbiamo iniziare a fare come coalizione.


Ha già parlato con Pulika Calzini e Matteo Costantini?

Ci confronteremo in questi giorni.. Siamo una coalizione, dobbiamo lavorare tutti insieme per vincere, per continuare ad amministrare il I municipio. Abbiamo già cominciato a dialogare per trovare temi comuni e ci sono già tante cose da fare. E’ importante trovarsi su problemi concreti e questioni  da risolvere per costruire una vita migliore per i residenti, per i commercianti e per i cittadini. Faremo un percorso di scrittura del programma partecipato con una serie di incontri nelle piazze e nelle strade per individuare una serie di punti condivisi. Questi giorni sono importanti: incontro associazioni di quartiere, comitati che mi chiedono di conoscermi e vedo che bisogna lavorare per una città che funzioni, per un municipio che funzioni, per migliorare l’operatività degli uffici.

I commercianti chiedono lo sblocco della ZTL per il periodo dei saldi. La sindaca Virginia Raggi è contraria. Il suo pensiero?

Il lavoro va fatto in maniera complessiva. Non so se basta aprire la ZTL: serve rivitalizzare il centro, occorre un riposizionamento del centro di Roma da tutti i punti di vista. In questo luglio così caldo abbiamo una situazione così difficile, siamo in uscita dalla pandemia con tanti punti interrogativi davanti a noi. Dobbiamo allora fare un piano complessivo che tenga insieme tutto quanto. Iniziative di questo tipo vanno verificate all'interno di progetti più complessivi.

Stazione della metro a Chiesa Nuova, lei è d’accordo?

Direi che noi dobbiamo lavorare per una migliore mobilità e aprire nuovi parcheggi in centro storico. Se tutto questo viene portato avanti, nel rispetto dei luoghi e della bellezza delle nostre piazze, si possono studiare le soluzioni migliori anche per la metropolitana.

Piazza Venezia pedonale?

In un contesto complessivo, se facciamo un ragionamento di risistemazione di una serie di assi di mobilità, possiamo pensarci. Per contro, fare una misura senza studiare gli impatti sul traffico nel resto del municipio non ha senso. L'amministratore deve avere una visione di insieme, se mette toppe dopo toppe non funzionano le cose.

Quale il suo pensiero sul tema del commercio ambulante? Penso a via Cola di Rienzo.

Anche qui, il tema è sempre capire in che direzione vogliamo andare. Se ci si mette a discutere su un tratto di strada punto e basta non andiamo avanti, dobbiamo fare un ragionamento complessivo. Quale è la funzione sociale e di quelle strade, come possiamo renderle più belle e più interessanti? Allora io dico: facciamo un discorso globale senza andare a giocare a chi mette una medaglietta da una parte o dall'altra. Dobbiamo tuetelare le regolarità e perseguire le irregolarità.

La giunta di Sabrina Alfonsi ha chiesto e ottenuto l’assegnazione del verde pubblico al Municipio. Ha fatto bene?

Credo che sia stata una politica molto giusta e dovremo andare avanti molto di più in quella direzione, lavorando per alcuni quartieri dove gli spazi verdi sono cruciali – penso a Prati, Trionfale.  

Il Tevere, le sue banchine, la navigabilità. Che ne pensa?

Se ne parla dal primo Rutelli. Il fiume è una risorsa pazzesca e meravigliosa. Da questo punto di vista un'amministrazione con una visione complessiva penso che possa trarre tantissimo giovamento da una valorizzazione di tutta quell'area. Fa parte del nostro programma.

Città giudiziaria e nuovo tribunale, che direzione prenderete?

Ho partecipato all'assemblea della cittadinanza. Penso che un progetto che va a togliere quel pezzetto di verde a via Teulada sia un progetto sbagliato. E' invece importante riqualificare tutta l’area di Clodio, interverremo su quel quadrante con un approccio a 360 gradi.

Ha già pensato a un ruolo per Emiliano Monteverde?

Emiliano sarà vicepresidente per continuare un lavoro iniziato insieme e che proseguirà con tante nuove forze. Affronteremo tutti i problemi e le sfide che si sono presentate agli amministratori, saremo pronti a nuove domande e nuove risposte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie centrosinistra I Municipio, Lorenza Bonaccorsi: “Ora un programma partecipato”

RomaToday è in caricamento