rotate-mobile
Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni comunali, sfida all'ultima preferenza: nelle liste del centrodestra veterani, transfughi e figli d’arte

Consiglieri uscenti ed esponenti storici del centrodestra romano: la coalizione punta sull’esperienza della “vecchia guardia”. Tutti i ‘big’ in corsa al Comune per Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia

Meno di due mesi, poi Roma andrà al voto. Il centrodestra è alle prese con il puzzle relativo alle presidenze dei municipi: ressa sull’Eur, stallo per Appio e Monteverde, con qualche nome tra la rosa dei candidati minisindaci ancora da decidere. Intanto però all’interno dei partiti è iniziata anche la corsa alle liste per il Comune, quelle a sostegno dei candidati sindaco. 

Elezioni comunali: i nomi nelle liste del centrodestra

La coalizione per Enrico Michetti punta sull’esperienza e su grandi pacchetti di voti. Nelle liste di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia i nomi forti sono quelli dei veterani della politica romana: c’è chi è in Campidoglio da tempo e chi, dopo anni nei municipi, tenterà il salto verso l’Aula Giulio Cesare. 

Elezioni municipi, nel centrodestra corsa contro il tempo per le presidenze. E’ ressa sull’Eur 

La lista al Comune della Lega: da Matone ai veterani Bordoni e Politi

Farà da capolista per la Lega Simonetta Matone: la candidata prosindaco in ticket con Michetti ha scelto di misurarsi con le preferenze. Nella lista del partito di Matteo Salvini anche due consiglieri comunali uscenti: Davide Bordoni, scranno in Campidoglio dal 2006, e Maurizio Politi, classe ‘84 e consigliere capitolino dal 2008. Dopo cinque anni nel Consiglio Regionale del Lazio vuole tornare in Assemblea Capitolina anche Fabrizio Santori, già consigliere comunale dal 2008 al 2013, fu eletto tra le fila del PdL con 4mila preferenze. Tenterà il ritorno in Campidoglio anche Dario Rossin, storico esponente del centrodestra romano: consigliere di Roma Capitale dal 2008 al 2016. E’ approdato alla Lega nel gennaio scorso dopo aver attraversato in lungo e in largo il centrodestra: prima Pdl, poi La Destra, Fratelli d'Italia, Forza Italia e ora Lega. Plana dalla Camera al Campidoglio la deputata della Lega Barbara Saltamartini. Per entrare sarà battaglia all’ultima preferenza, nella Lega come in Fratelli d’Italia. 

Sfida all'ultima preferenza in FdI: veterani, consiglieri municipali e "nipoti d'arte"

Vuole la conferma in Campidoglio, dove è stato eletto per la prima volta nel 2008 con circa 4mila preferenze, Andrea De Priamo. Nel 2016 prese 3527 preferenze, secondo solo a Fabrizio Ghera. Cerca il bis in Aula Giulio Cesare anche Francesco Figliomeni, all’ultima tornata elettorale 3mila preferenze, circa 400 sopra Lavinia Mennuni, anche lei veterana dell’Assemblea Capitolina in cerca della riconferma. C’è poi il ritorno di Federico Rocca, già consigliere comunale dal 2008 al 2013, nell’ultima tornata rimasto fuori per una manciata di voti. Eletto per tre volte (2006, 2008, 2013) vuole tornare a sedere in Assemblea Capitolina anche Giovanni Quarzo: nel 2013 prese 7420 preferenze. Da candidati presidente non eletti ad aspiranti consiglieri capitolini: nella lista per il Comune di Fratelli d’Italia anche Gianni Ottaviano dal IV Municipio e Fulvio Giuliano dal VII. Arriva invece dal Roma nord Stefano Erbaggi, già consigliere e assessore quando il XV era ancora XX. Sempre da li il “nipote d’arte” Dario Antoniozzi, suo nonno Dario fu ministro con la Democrazia Cristiana e tra i fondatori del Partito Popolare Europeo, lo zio Alfredo consigliere regionale, europarlamentare e assessore al Patrimonio del sindaco Alemanno. Dario Antoniozzi, dopo l’esperienza nel parlamentino di via Flaminia, vuole il Comune.

Forza Italia schiera i mr. preferenze, anche quello grillino

Due i ‘big’ di Forza Italia: Simone Foglio e il neo acquisto Marcello De Vito, ex M5s candidato sindaco dei grillini nel 2013 e attuale presidente dell’Assemblea Capitolina. De Vito è stato il "mr. preferenze" dei pentastellati: nelle elezioni che hanno portato Raggi a Palazzo Senatorio è stato il più votato a Roma con 6.451 preferenze. Foglio, nonostante l'età, classe '78, ha una lunga militanza alle spalle: è stato eletto nella vecchia Circoscrizione XI nel lontano 1997, è stato il consigliere municipale più giovane d'Italia. Dopo 23 anni di militanza in Forza Italia nell'ottobre del 2019 ha lasciato gli “azzurri” per passare alla Lega. Parentesi breve, il partito di Berlusconi ha riaccolto il figliol prodigo: un mese fa l’inaugurazione del comitato elettorale con Tajani e Gasparri. Foglio, recordman di preferenze in un territorio storicamente governato dal centrosinistra come il Municipio VIII, sarà l’esponente di spicco della lista di Forza Italia in Comune. 

La lista civica di Enrico Michetti: c'è Manuela Villa

In via di composizione anche la lista civica di Enrico Michetti: il candidato sindaco, impegnato anche in questi giorni in colloqui e incontri, ha cercato figure della società civile volenterose di abbracciare il suo progetto per Roma all’interno dei settori che meglio conosce. Ascoltati avvocati, professionisti e personalità del mondo dello sport. Idee tante, nomi trapelati pochi. Almeno per adesso. L’unica certezza è quella di Manuela Villa, figlia di Claudio, candidata nella civica di Michetti: “È una combattente, abbiamo bisogno di persone coriacee. Parliamo di una persona ostinata, vera e autentica, con una voce straordinaria. Lei canta la romanità e vuol far tanto per la cultura di Roma” - ha annunciato il candidato sindaco a Radio Radio. Vittorio Sgarbi sosterrà Michetti con la sua Rinascimento, in caso di vittoria sarà lui l’assessore alla Cultura di Roma. Per la sua lista si scalda Sergio Japino, compagno di Raffaella Carrà, ma il critico d’arte vorrebbe far correre verso il Comune anche Enrico Montesano, di recente finito nella bufera per alcune dichiarazioni no vax, e addirittura Renato Zero. E se a livello territoriale minaccia, con Rinascimento, lo “strappo” per il mancato coinvolgimento nella scelta dei candidati presidente di municipio, sosterrà Enrico Michetti sindaco anche la lista di Cambiamo, insieme alle realtà civiche Cantiere Italia, Democrazia del Popolo e Rivoluzione Animalista. Con l’avvocato pure il Partito Liberale Europeo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali, sfida all'ultima preferenza: nelle liste del centrodestra veterani, transfughi e figli d’arte

RomaToday è in caricamento