Elezioni Comunali Roma 2021

Guerriglia a Roma, Raggi: "Io sempre attaccata dall'estrema destra. Su Casapound Miur e Demanio fanno melina"

La sindaca torna sugli episodi di sabato alla fine dell'incontro con Gualtieri: "Roma da sempre antifascista, voglio cacciare i fascisti da via Napoleone III"

"Roma è, è stata e sarà orgogliosamente antifascista. Io mi sono sempre schierata a difesa dei più deboli". Virginia Raggi alla fine dell'incontro di oggi in Campidoglio con il candidato sindaco Roberto Gualtieri è tornata sulla guerriglia di sabato e l'attacco alla sede della Cgil, rivendicando il suo ruolo di prima cittadina contro le organizzazioni di ispirazione fascista. 

"A Casal Bruciato - ricorda l'esponente del M5S - sono stata insultata pesantemente da frange di estrema destra, da Casapound a Forza Nuova. Ed è ricapitato quando sono andata sotto la sede di Casappund per togliere la scritta.  Sapete del mio impegno per cercare di prendere noi l'immobile di via Napoleone III e adibirlo a case popolari e sgomberare gli occupanti che di fatto continuano a stare lì dentro mentre il Demanio e il Miur stanno facendo melina". 

Raggi si è espressa su quanto accaduto in Centro a Roma sabato pomeriggio dopo circa ventiquattr'ore, in un tweet: "Le immagini di violenza che abbiamo visto sono inaccettabil - le parole della sindaca uscente - . Solidarietà alla Cgil. Ribadisco chiaramente che Roma è orgogliosamente antifascista e che per Forza Nuova non ci può essere spazio nella nostra città". Il ritardo nella presa di posizione da parte di Raggi era stato sottolineato in particolare da Italia Viva, per voce degli esponenti nazionali Ettore Rosato (presidente del partito di Matteo Renzi e vicepresidente della Camera dei Deputati)  e Luciano Nobili, deputato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerriglia a Roma, Raggi: "Io sempre attaccata dall'estrema destra. Su Casapound Miur e Demanio fanno melina"

RomaToday è in caricamento