rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Elezioni Comunali Roma 2021

Gualtieri celebra i gatti di Roma: il candidato Sindaco e l'accordo con gli animalisti

Un tocco animalista nella campagna dell'ex MEF: oltre a celebrare i gatti della Capitale ha già incontrato la LAV e le altre associazioni.

Forse a Roberto Gualtieri, candidato del centrosinistra, la pagina dell'accordo con i movimenti di tutela degli animali riuscirà meglio rispetto alle disavventure accadute alla sindaca uscente Virginia Raggi; o almeno, è quel che sembra seguendo la sua campagna elettorale che, a partire dai social, dimostra di non trascurare né dimenticare gli amici a quattro zampe. Si inizia con un post che non dimentica i tanti gatti di Roma, in una giornata speciale per i felini. 

"Oltre 300.000 gatti vivono nella città eterna: 180.000 nelle case e 120.000 nelle strade, dove si contano almeno 4.000 colonie feline. Perché Roma è, semplicemente, una città innamorata dei gatti. I gatti la abitano, i gatti la rendono ancora più unica": con queste parole il candidato sindaco di centrosinsitra dedica ai quadrupedi una poesia di Trilussa in occasione della Giornata Mondiale del Gatto. Non si tratta però dell'unico passo di Gualtieri verso il mondo dell'animalismo: lo scorso 4 agosto l'ex MEF ha incontrato le associazioni come "LAV, Enpa, Am.An.T, Animalisti Italiani, AVA, Lndc Animal Protection, Io Libero Avcpp, e Oipa". La foto in posa è stata pubblicata da Gianluca Felicetti, presidente della Lega Anti Vivisezione. 

Le organizzazioni animaliste hanno presentato ai candidati a sindaco un elenco di cinque impegni da sottoscrivere, che Gualtieri ha accolto nella sua piattaforma. Ecco le proposte del mondo dell'animalismo. 

1. La scelta di una/un Assessora/e alla tutela degli animali e al verde tra figure competenti e di esperienza sul campo e l’istituzione di un/a Garante comunale degli animali con funzioni ispettive, di indirizzo e coordinamento delle attività per l’applicazione del Regolamento comunale tutela degli animali. 

2. L’attivazione di un numero unico di “Pronto Intervento Animali” 

3. La creazione di una rete di ambulatori di medicina veterinaria sociale estesa nei quartieri per i più bisognosi e che costituiscano concretamente il Pronto soccorso diffuso h24 in attuazione della legge regionale e un Animal Social Bonus in cibo, cure veterinarie e sterilizzazioni nella forma “una tantum” per le persone in difficoltà economica 

4. L’affidamento della direzione dei canili pubblici – rinnovati nella qualità della gestione dei servizi e con un ruolo di controllo delle associazioni animaliste – a un medico veterinario di provata esperienza nella tutela degli animali, in forza a Roma Capitale, e un nuovo innovativo affidamento della conduzione dello zoo per la effettiva trasformazione in Centro di recupero per animali sequestrati per maltrattamenti e traffico illegale, ovvero un reale Bioparco-Parco della Vita e del Rispetto. 

5. L’istituzione dell’evento periodico “Il fine settimana per gli animali”, quindici l’anno per tutti e quindici i Municipi della Capitale, con il coinvolgimento del volontariato di quartiere, attività per l’aiuto alle persone anziane con animali, la riqualificazione delle aree verdi per cani, il sostegno alle colonie feline, coinvolgimento degli ambulatori veterinari dei liberi professionisti disponibili e delle attività di toelettatura e vendita cibo per animali, attività educative nelle scuole per il rispetto degli animali.

Tale programma, scrive la LAV in un post su Facebook, "ha ricevuto l'apprezzamento di Gualtieri che ha riconosciuto l'importanza del tema dei diritti animali". Pochi giorni prima anche Enrico Michetti, candidato del centrodestra, aveva incontrato la Lav e le associazioni animaliste. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gualtieri celebra i gatti di Roma: il candidato Sindaco e l'accordo con gli animalisti

RomaToday è in caricamento