VIDEO | Gualtieri nella periferia che contestò Ignazio Marino: "Case popolari da sistemare con i fondi straordinari"

La visita del candidato sindaco a Tor Sapienza, insieme al comitato di quartiere, per vedere le condizioni degli alloggi Erp

Soffitti pieni di muffa e con l’acqua che, soprattutto quando piove, scende a cascata. Illuminazione che arriva dopo 43 anni, aree verdi abbandonate, strade da risaltare e alberi da potare. Queste sono solo alcuni dei problemi elencati a Roberto Gualtieri, candidato sindaco di toma per il centro sinistra, dai cittadini di Tor Sapienza durante la visita organizzata nella mattina di venerdì 8 ottobre.

Una camminata tra le vie e i cortili interni di quei palazzi, di proprietà del Comune di Roma, che da anni chiedono interventi di manutenzione straordinaria. “L’idea è quella di utilizzare il bonus 110 che misi io stesso a disposizione quando ero ministro dell’Economia, per riparare le case popolari della Capitale - spiega Gualtieri -. C’è da fare uno spostamento patrimoniale però, perchè per ottenere il bonus la proprietà deve essere una società, come lo è Ater ed è per quetso che lo sta facendo, mentre queste case sono al momento di proprietà diretta dell’ente. Ho individuato ‘Risorse per Roma’ per fare questo”.

Difficile non ricordare quando nel 2014 una folla inferocita dai fatti di cronaca che avevano riguardato il quartiere nel 2014, accolse l’allora sindaco Ignazio Marino. “Bisogna ricordare che uscivamo da cinque anni di mal governo da parte di Gianni Alemanno, con tutti i problemi che questo ha comportato - ricorda Mauro Caliste, candidato presidente del V municipio di Roma per il centro sinistra -. Noi abbiamo un progetto che vede uno sportello per le case popolari in tutti i municipi per avvicinare le istituzioni alle persone”.

“Una città decentrata, con municipi più forti e servizi che siano più vicini alle persone - conclude Gualtieri -, è la città dei 15 minuti che stiamo progettando”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Gualtieri nella periferia che contestò Ignazio Marino: "Case popolari da sistemare con i fondi straordinari"

RomaToday è in caricamento