Elezioni Comunali Roma 2021

Comunali 2021, Green Italia punta sulla coalizione larga di centrosinistra: “Noi ci siamo”

Nella definizione del programma e nella scelta del candidato sindaco, scende in campo anche il movimento ecologista di Corrado e Muroni: “Solo da un confronto profondo può scaturire un’idea condivisa di città che guardi al futuro”

Il conto alla rovescia è cominciato. Entro il mese di giugno si vota per il rinnovo dell’assemblea capitolina. Mancano pochi mesi durante i quali è necessario stabilire le strategie e le alleanze. I programmi ed i nomi da portare in Campidoglio. Compreso quello del futuro sindaco.

Green Italia e le prossime elezioni

Nel dibattito che nelle ultime settimane ha cominciato a prendere quota, si è inserito anche Green Italia. Per la Capitale serve “Una coalizione ampia per il centrosinistra a Roma, poi il programma e quindi la scelta del candidato -hanno osservato Annalisa Corrado, co-portavoce del movimento ecologista e per la parlamentare romana Rossella Muroni, componente dell’ufficio di presidente di Green Italia - Stiamo parlando del processo avviato dal coordinamento del centrosinistra per la scelta di programmi e candidati cui Green Italia vuole partecipare e quindi risponde positivamente all’appello lanciato ieri dai partiti per l’allargamento della coalizione: noi ci siamo”.

La necessaria discussione

“Per costruire una proposta che possa convincere e migliorare la qualità della vita dei cittadini non basta, infatti, il nome di un candidato sindaco – proseguono Corrado e Muroni - ma serve una discussione vera sui temi aperta alla partecipazione delle forze di centrosinistra, progressiste, ecologiste, delle esperienze civiche e territoriali, delle associazioni. Solo da un confronto profondo può scaturire un’idea condivisa di città che guardi al futuro”.

Un progetto condiviso

“Per costruire la Roma che vogliamo serve una discussione veramente ‘aperta’ e trasparente sui temi fondamentali, dai rifiuti alla mobilità dal modo per far tornare la Capitale attrattiva per investitori e turisti a quello per valorizzare la sua vocazione di città della ricerca e della conoscenza. E serve un progetto condiviso per ridare dignità a questa città. Green Italia -  hanno sottolineato Muroni e Corrado - è pronta a contribuire condividendo idee e proposte con il coordinamento del centrosinistra capitolino".

Dal Grab ai Rifiuti Zero

Gli obiettivi da centrare, per le due dirigenti di Green Italia, sono chiari. “Roma potrebbe davvero arrivare a rifiuti zero. A patto di realizzare gli impianti per la corretta gestione del ciclo, come quelli per la digestione anaerobica dell’umido e come i centri del riuso. Trasformando i rifiuti in risorse. E potrebbe finalmente realizzare il Grab, la ciclabile ad anello per unire periferie e centro che renderebbe possibile, e non pericolosa come ora, una mobilità integrata tra ferro, gomma e mezzi leggeri. Un progetto che parla di mobilità dolce ma anche di rigenerazione urbana, capace di migliorare la qualità della vita e di rendere la Roma di nuovo attrattiva per i turisti”. Per raggiungere questi obiettivi, secondo le Muroni e Corrado, bisogna aprire al confronto, al dialogo interno ad un centrosinistra. Lanciarsi in un toto-nomi, prima della definizione del programma, rischia di bruciare i candidati. E, cosa anche peggiore, a non centrare le priorità che Green Italia ha appena indicato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2021, Green Italia punta sulla coalizione larga di centrosinistra: “Noi ci siamo”

RomaToday è in caricamento