rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni Roma: da sinistra a destra, la carica dei giovani nelle liste elettorali

In Comune e Municipi tanti under 35, fra PD e Movimento Cinque Stelle. Ma il rinnovamento c'è anche a destra

Sono moltissimi i giovani candidati in tutte le liste in lizza per le elezioni comunali di Roma 2021: un vero e proprio ricambio generazionale che premia gli under 35 al Comune e ai Municipi. Ricambio generazionale che spicca, e che forse è più agevole tracciare nelle liste del centrosinistra, ma che fa capolino anche fra i candidati del centrodestra. Roberto Gualtieri, Virginia Raggi ed Enrico Michetti potrebbero dunque trovarsi un consiglio comunale e delle assemblee locali infarcite di presenze fresche e innovative. Carlo Calenda, invece, l'ha nettamente specificato: "Governare è prima di tutto ben amministrare. E la politica rinasce con un cursus honorum per cui gli amministratori locali arrivano alla politica nazionale". I giovani, insomma, lavorano prima nei municipi e di lì a crescere: "Gli assessori della mia giunta saranno molto senior", ha poi aggiunto l'ex MISE. 

Per la lista Calenda Sindaco ci sarà senz'altro in prima fila Flavia De Gregorio, consigliera municipale uscente in Centro Storico, responsabile romana di Azione, classe 1988. Passiamo al centrosinistra: il più giovane candidato nella lista del PD al Comune è Giovanni Crisanti e ha 22 anni, la più giovane è Flavia Restivo che ne ha 25. Insieme a loro ci sono i candidati dei Giovani Democratici: Lorenzo Marinone è il nome di bandiera, più l'appoggio a Nella Converti e Claudia Pappatà. Sulla pagina Facebook dei GD Roma un post fa il punto su tutti i candidati GD fra comune e Municipi: "Siamo consapevoli di quel che ci aspetta, ma siamo pronti a metterci al servizio per la nostra città (...) Dacci fiducia, vota i candidati dei Giovani Democratici nelle liste del Partito Democratico nel tuo Municipio e al Comune". Sono almeno due per ogni territorio gli iscritti alla giovanile che corrono per i parlamentini locali; fra questi senz'altro segretari dei GD territoriali e attivisti, ma anche qualche "volto noto" come Francesco di Carlo, salito all'onore delle cronache per essersi laureato in Giurisprudenza con 110 e lode a 22 anni di età. C'è poi Saverio Milana, diciannove anni e un cognome noto nel mondo della politica: per lui candidatura a consigliere in VIII municipio nella lista del PD.

Non manca il caso, a proposito di candidature giovani: dal VII Municipio un post di fuoco è stato pubblicato nella serata del 26 agosto da Francesco Borello, giovane dem del Tuscolano: "Sono stato eliminato dalla lista del Partito Democratico dei candidati consiglieri al settimo municipio. In maniera codarda e vigliacca il candidato più giovane della lista, l’unica espressione dei GD Roma VII, l’unico tra i candidati a non aver mai fatto parte ad alcuna corrente è stato fatto fuori all’ultimo momento possibile,senza nessuna possibilità di contraddittorio, dopo che il direttivo municipale lo scorso 1 agosto aveva a larghissima maggioranza approvato la lista con il mio nome. La proposta di esclusione è arrivata direttamente dalla segretaria municipale, la quale non si è fatta problemi a dichiarare di aver ricevuto forti pressioni dal partito romano per inserire nella lista un candidato espressione della corrente di Franceschini", scrive Borello. In VII municipio sarà candidata comunque Rosa Ferraro, presidente dei GD del Lazio. Parte della compagine per Gualtieri è anche Federico Lobuono, animatore del collettivo de "La Giovane Roma" che, in un primo momento, si era candidato a sindaco ed era il più giovane concorrente per lo scranno più alto dell'Aula Giulio Cesare. In un evento all'Eur con Roberto Gualtieri aveva annunciato il suo ritiro a favore del candidato del centrosinistra: correrà nella Lista Civica per Gualtieri. 

Ci spostiamo in zona pentastellata dove nella Lista Civica per Raggi corrono Marco Colarossi e Jacopo Colalongo. Il primo è classe 2000 ed è attivista del Movimento Cinque Stelle da quando ha 14 anni; visto più volte sul palco insieme a Beppe Grillo, Colarossi nel bilancino interno ha posizioni di sinistra e oggi è collaboratore parlamentare a Partita Iva sia a favore di esponenti Cinque Stelle che no. Lo si ricorda nel consiglio comunale di insediamento di Virginia Raggi in un battibecco con Giorgia Meloni molto popolare sui social. Colalongo è classe 2001 e la Civica Raggi sul proprio profilo Facebook lo presenta così: "Studia Giurisprudenza alla Sapienza. Ha fondato, insieme ai suoi amici, Genz Start un’associazione culturale Under 35 che promuove una cittadinanza attiva e una diffusione della cultura fra i giovani". L'associazione è attiva nella borgata di Ottavia, casa base di Virginia Raggi in persona, che l'ha così notato e gli è stata proposta la candidatura. “Roma necessita una continuazione di questa amministrazione”, spiega Colalongo nella sua video presentazione. 

Meno spiccato, ma comunque presente, il rinnovamento generazionale nel centrodestra. Flavia Cerquoni viene da Fratelli d'Italia e dal VII Municipio; ha 33 anni e sarà la candidata che va in coppia con Maurizio Politi, consigliere uscente del Carroccio in Aula Giulio Cesare. Sempre nella fila della Lega correrà Flavia Anelli, 28 anni. Diego Tinoco, classe 1994, è parte del coordinamento romano dei Giovani per la Libertà, la divisione giovanile di Forza Italia per Berlusconi presidente: si candida in XV Municipio: "È con grande entusiasmo che mi appresto ad affrontare questa nuova avventura e lo faccio con il sostegno dei ragazzi di Forza Italia Giovani Roma, con i quali da mesi ci battiamo su ogni singolo Municipio della capitale", scrive su Facebook. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Roma: da sinistra a destra, la carica dei giovani nelle liste elettorali

RomaToday è in caricamento