rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Elezioni Comunali Roma 2021 Montesacro / Piazza Sempione, 15

INTERVISTA | Municipio III, Giordana Petrella candidata presidente: "Sono garanzia di coerenza e serietà"

La capogruppo uscente di FdI dopo 13 anni nel parlamentino di Montesacro tenterà di conquistarne la presidenza. Tra le priorità indica “pieno sostegno al commercio locale, decoro e sicurezza”

E’ Giordana Petrella la candidata presidente del centrodestra in Municipio III. Nel parlamentino di Piazza Sempione dal 2008, Petrella è una veterana della politica nel territorio di Montesacro: consigliera uscente, capogruppo di Fratelli d’Italia e presidente della commissione Trasparenza, alle prossime elezioni municipali del 3 e 4 ottobre tenterà di conquistare lo scranno più alto del Municipio III.

Giordana Petrella candidata presidente in Municipio II

"In questi 13 anni passati in Municipio ho cercato sempre di dare il massimo per risolvere i piccoli e grandi problemi del nostro territorio, adesso so che dovrò dare ancora di più. Ma so che potrò contare sul sostegno di tutti gli amici di ieri, di oggi e di domani, che vorranno essere al mio fianco in questa nuova importante avventura” - ha scritto sui social ufficializzando la sua candidatura a presidente del Roma Montesacro. RomaToday l’ha incontrata per chiederle quali sono i suoi progetti per il territorio e come affronterà alcune delle questioni più rilevanti del municipio che si candida a governare. 

Alle spalle una lunga esperienza come consigliera municipale. Nasce da li o da esigenze di partito l’idea di candidarla presidente in Municipio III? 

L’unica esigenza di Fratelli d’Italia e di Giorgia Meloni è sempre stata solo quella di mettere in campo una squadra di persone capaci, in grado di garantire una buona amministrazione. Sono onorata che la scelta sia ricaduta sulla mia persona.

Tra i candidati presidente del centrodestra nei municipi il suo nome è considerato tra quelli “forti”. Quali sono le sue sensazioni sulle prossime amministrative?

Il centrodestra ha una squadra di minisindaci fatta da persone di grande esperienza politica e amministrativa, sono convinta ad ottobre ci saranno grandi sorprese.

Qualora fosse eletta presidente, quali saranno le prime tre priorità da affrontare per il territorio?

L’insediamento del Presidente eletto avverrà in autunno, è la prima volta che accade, questo vuol dire che ci ritroveremo nel bel mezzo del bilancio, ma con Enrico Michetti abbiamo stabilito da subito quali sono le priorità per Roma e per il Terzo Municipio: pieno sostegno al commercio locale, decoro e sicurezza.

La questione movida a Montesacro è sempre molto calda. Vita notturna e locali: risorsa o fonte di disagi? Da candidata presidente quali sono le sue proposte in merito?

Sono senza dubbio una risorsa della comunità. Quindi, nel rispetto della quiete, come diritto delle persone che abitano il luogo, e nel rispetto dell’esercizio svolto dai commercianti, vanno stipulati patti tra operatori e residenti. Accordi in cui vengano assunti impegni precisi rispetto per esempio a dei “servizi di cortesia” che evitino assembramenti esterni ai locali o che richiamino i clienti in caso di schiamazzi o eccessi, prendendosi  cura delle aree circostanti e pretendendo il rispetto delle norme sull’inquinamento acustico e il contrasto all’eccesso di assunzione degli alcolici.

Valmelaina da anni reclama la sua piazza pubblica, quella dell’ex mercato. Che cosa pensa di fare in proposito?

Nel lontano 2011 la sottoscritta, a quel tempo Presidente della Commissione Lavori Pubblici, scoperchiò il cosiddetto “vaso di Pandora”. Nessuno era a conoscenza del fatto che in realtà la piazza non è mai stata consegnata a Roma Capitale e che quindi ancora ad oggi è da considerarsi area di cantiere. Avevamo tanti progetti con i commercianti e i residenti di zona, mi piacerebbe riprenderli ma prima dobbiamo lavorare affinché la parte burocratica con il Comune venga espletata velocemente.

Di recente si è schierata contro il riconoscimento dei servizi di Laboratorio Puzzle, quelli nel palazzo occupato di via Monte Meta, come “bene comune”. Qualora fosse eletta presidente, pensi di ritirare il provvedimento della Giunta Caudo?

Sicuramente è un argomento da approfondire in modo minuzioso anche con gli uffici preposti di Roma Capitale. Basti pensare che è stato preso un provvedimento del genere senza che gli uffici tecnici del Municipio abbiano mai effettuato un sopralluogo ufficiale nella struttura! Tutti i soggetti che richiedono spazi comunali per operare nel sociale devono avere le stesse possibilità: le assegnazioni devono quindi passare attraverso bandi pubblici e non attraverso assegnazioni dirette. Il territorio è ricco di associazioni culturali, a tutti deve essere data la possibilità di avere degli spazi per dare servizi al quartiere.

Lei per il centrodestra, Paolo Marchionne per il centrosinistra: tutti e due avete alle spalle una lunga esperienza in quel di Piazza Sempione. Questo rappresenta un vantaggio o il municipio così rischia di rimanere ancorato al passato?

Io a differenza del candidato della sinistra mi candido per la prima volta a Presidente del Municipio: semmai sono il futuro, non il passato.

Nel centrodestra su quindici candidati presidente, solo due donne: lei in III e Monica Picca in X. A fronte di un candidato sindaco uomo e una candidata prosindaco donna a livello territoriale la disparità è palese. Pensa sia stato dato poco spazio alle “quote rosa”?

La scelta si è basata sull’esperienza a prescindere dal genere femminile o maschile. Credo in generale che le donne debbano essere più incoraggiate e sostenute quando scelgono di scendere in politica. Faccio parte dell’unico grande partito italiano che ha come leader una donna che ha dimostrato sul campo il suo valore e la sua capacità.

In caso di vittoria in base agli accordi interni alla coalizione il vicepresidente del Roma Montesacro dovrà essere di Forza Italia. Ha già in mente qualche nome per quel ruolo e per gli eventuali assessori?

Ho delle idee in mente ma è prematuro parlarne in questo momento. Ora bisogna pensare a scendere in strada e vincere.

Una promessa che sente di poter fare ai residenti del Municipio III...

Non sono abituata a fare promesse, siamo persone che hanno fatto della coerenza e della serietà le proprie bandiere. Questa è l’unica garanzia che mi sento di dare.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INTERVISTA | Municipio III, Giordana Petrella candidata presidente: "Sono garanzia di coerenza e serietà"

RomaToday è in caricamento