Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni Roma, il programma elettorale di Fabiola Cenciotti: candidata con il Popolo della Famiglia

Otto punti dedicati alle famiglie e alle mamme romane, per incentivare la natalità, ridurre la pressione fiscale, tutelare disabili, anziani e contrastare la "teoria gender" nelle scuole

"Roma torna a volare" e "Meno tasse, più figli" sono gli slogan scelti da Fabiola Cenciotti, candidata Sindaca di Roma con Il Popolo della Famiglia, partito fondato da Mario Adinolfi. Otto i punti del programma elettorale che ha come cardine centrale l'introduzione del reddito di maternità con cui la candidata "punta a far tornare le culle piene con il reddito di maternità".

Incentivare la natalità con il bonus bebé

È il cavallo di battaglia della candidata, con cui la lista vuole che "Roma festeggi la nascita di ogni suo figlio: un bonus bebé di 2.500 euro raddoppiato se il bambino manifesta problemi di salute", con un vitalizio alle famiglie se si parla di disabilità. Vitale quindi per Fabiola Cenciotti che Roma torni a fare i figli, combattendo anche quella che definisce "la piaga dell'aborto".

Abbattere la pressione fiscale sulle famiglie

Prioritario poi ridurre la tassazione sui nuclei famigliari, specie se numerosi. "Le addizionali comunali devono essere alleggerite utilizzando diverse formule di credito d'imposta cancellandole completamente per ogni famiglia con tre o più figli", così si legge nel programma della Cenciotti, con un chiaro riferimento alla riparametrazione dei criteri ISEE.

Sicurezza e maggiori presidi di ordine pubblico

Per combattere le "colonie del male", Fabiola Cenciotti propone il "potenziamento del coordinamento interforze per un maggior controllo del territorio". Tra i provvedimenti anche la chiusura di tutti quei luoghi dove "scorrono fiumi di droga, lotta alla piaga della prostituzione e del racket che si arricchisce sfruttando donne ridotte in schiavitù".

No gender nelle scuole

Dopo mesi di dibattiti, l'argomento della teoria gender non poteva mancare nel programma, che insiste sulla "ibertà scolastica e riforma del "costo standard" perché, annuncia la candidata, "sono i genitori a dover scegliere in che scuola educare i loro figli parificando la scuola pubblica non statale a quella statale, anche per frenare il diffondersi dell'ideologia gender". Tra le proposte della Cenciotti, l'esigenza di far uscire il Comune di Roma dalla rete RE.A.D.Y, rete nazionale delle Regioni ed Enti Locali per prevenire e superare l'omotransfobia.

Tutelare disabili, anziani e i più deboli

Il programma dedica un'attenzione particolare ai temi della disabilità e dell'assistenzialismo. "Il Comune deve garantire la tutela dei più deboli, dei disabili e degli anziani", annuncia la candidata, che intende garantire "Il diritto alla deambulazione contro ogni barriera architettonica, patrocinare l'assistenza indiretta del disabile e dei malati gravi non più autosufficienti", in quanto "Le persone disabili sono una ricchezza e soprattutto sono portatrici di valori nella loro piena dignità di di persone umane".

Una città a dimensione famiglia

Il programma è costruito per rispondere alle principali esigenze dei genitori, danto "priorità alle giovani famiglie con un assegno matrimoniale di 2.500 euro e lo stanziamento di un Fondo di Garanzia pubblico per i mutui riservato a tutte le coppie di sposi under 35". Incentivando anche il piano lavorativo però, "Rilanciando la giovane impresa attraverso la detassazione e la semplificazione degli adempimenti burocratici".

Obiettori di coscienza

Quello messo in campo dal Popolo della famiglia, è un inno alla vita e una battaglia pro-life. Per questo, tra i punti messi in campi, la candidata proporrà che "Il Comune sostenga i medici obbiettori di coscienza contro l'aborto, i professionisti coraggiosi che rispettino il giuramento di Ippocrate evitando di dare la morte a soggetti deboli come bambini nascituri. Analogamente gli eletti de Il Popolo della famiglia rifiuteranno di celebrare unioni civili omosessuali".

Ambiente e mobilità

Una città pulita è una città a misura famiglie. Per questo, tra gli obiettivi elettorali, anche "ottimizzazione del ciclo dei rifiuti" con un "NO alle discariche e un SI agli impianti di trattamento e recupero". Tra i propositi, anche la "riqualificazione urbana integrata mediante masterplan e la revisione del Piano Parcheggi con la realizzazione di autosili interrati o in elevazione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Roma, il programma elettorale di Fabiola Cenciotti: candidata con il Popolo della Famiglia

RomaToday è in caricamento