Elezioni Comunali Roma 2021

Tanti nomi, poche certezze: sul candidato sindaco di Roma il centrodestra brancola nel buio

Lega e Forza Italia si aggrappano a Guido Bertolaso che si è già tirato fuori dalla corsa. Per il Campidoglio rispunta il nome di Giulia Bongiorno, anche Antonio Tajani torna in voga dopo la sconfitta nel 2001 contro Walter Veltroni

Il nome per il Campidoglio non c’è, il centrodestra brancola nel buio per la scelta del candidato sindaco a Roma. La candidatura di Guido Bertolaso è ancora in bilico: non ha sortito l’effetto desiderato il pressing della Lega e di Forza Italia, l’ex capo della Protezione Civile continua a declinare l’invito di scendere in campo per conquistare la Capitale. Ha detto ‘no’ a Matteo Salvini che pure, così pare, gli aveva offerto carta bianca su programma e nomi, ha scritto a lettere maiuscole “io non mi candido” sui social, autodefinendosi un “sindaco da incubo” per i romani. 

Elezioni Roma, il centrodestra punta su Guido Bertolaso

Eppure nel centrodestra c’è chi ci spera ancora. “Su Roma puntiamo sempre su Bertolaso” - ha detto il coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani, a 24 Mattino su Radio 24. A Roma "siamo convinti che con Bertolaso andremo al ballottaggio e vinceremo". "I candidati li sceglie la coalizione, nessuno si autocandida. Bertolaso - ha detto l'onorevole di Forza Italia, Maurizio Gasparri, a chi gli chiedeva di una sua possibile candidatura al Campidoglio - sarebbe un'ottima scelta. Non è tempo di esordienti. È importante dare ai cittadini un segnale". Per adesso però il nome di Bertolaso è ben lontano dall’essere impresso sulle schede elettorali. 

I nomi per il candidato sindaco di Roma del centrodestra

Poche idee ma confuse. Così ecco rispuntare gli “intramontabili”: da Giulia Bongiorno allo stesso Gasparri e poi ancora Antonio Tajani, già candidato sindaco nel 2001 e sconfitto al ballottaggio da Walter Veltroni. Vent’anni dopo per riprovarci, opzione remota: il centrodestra, almeno questo l’unico punto definito e di accordo, punterà su un candidato della società civile. 

Il toto nomi è più che aperto. Dall’ex magistrato Simonetta Matone, oggi consigliera di fiducia della Sapienza, al giornalista ed ex deputato del M5s Emilio Carelli. Tra le opzioni pure Enrico Michetti, Direttore della Gazzetta Amministrativa. Resta in attesa il manager Andrea Abodi proposto da FdI.  Inseguito per mesi anche il presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca. L’uomo “che può guarire Roma” piace molto, e da sempre, a Fratelli d’Italia che però, anche se non è più questione di attualità visto il passo indietro di Zingaretti nella corsa al Campidoglio, vorrebbe esprimere uno dei suoi per la Pisana. Si voterà però nel 2023. Il delicato gioco degli equilibri. 

Campidoglio, il centrodestra ancora senza candidato sindaco

Tra cinque mesi si vota, il centrodestra è ancora senza candidato e di conseguenza nulla si muove pure nei municipi. In cima alla lunga lista dei papabili c’è sempre lui: Guido Bertolaso. La discesa in campo “nell’emergenza” di Roma,  è l’effetto (nemmeno troppo) sorpresa che in molti attendono: per recuperare terreno in una campagna elettorale in rincorsa. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanti nomi, poche certezze: sul candidato sindaco di Roma il centrodestra brancola nel buio
RomaToday è in caricamento