Elezioni Comunali Roma 2021

Cos'è e come funziona la doppia preferenza di genere

Il voto è valido se la doppia preferenza riguarda candidati di sesso opposto

È possibile votare due candidati consiglieri al Comune alle elezioni? E al Municipio? Sì, è possibile espremere una doppia preferenza purché si tratti di candidati di sesso diverso. È questo il principio introdotto dalla legge n. 215 del 23 novembre 2012 che ha approvato il "riequilibrio delle rappresentanze di genere" nei consigli e nelle giunte degli enti locali e nei consigli regionali.

Come si vota alle elezioni comunali di Roma

Grazie a quanto previsto da questa legge, alle elezioni amministrative i cittadini dei comuni superiori ai 5000 abitanti potranno esprimere due preferenze (anziché una, come previsto fino ad ora) purché riguardanti candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Tessera elettorale completa o smarrita: dove e come richiederla

Domenica 3 e lunedì 4 ottobre, gli elettori - che si recheranno ai seggi per eleggere il sindaco e i consiglieri comunali e il presidente del municipio, insieme ai consiglieri municiapali - potranno votare per due candidati della lista sulla stessa scheda: una donna e un uomo. Nel caso in cui si dovessero esprimere due preferenze per persone dello stesso sesso, la seconda preferenza verrebbe annullata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos'è e come funziona la doppia preferenza di genere

RomaToday è in caricamento