Comunali 2021, Di Maio frena sul Raggi bis: "Anche a Roma abbiamo il dovere di costruire una coalizione"

Il ministro degli Esteri sulla ricandidatura della sindaca di Roma: "Prima i programmi poi i candidati"

Luigi Di Maio, Virginia Raggi e Nicola Zingaretti (foto Ansa)

"Prima apriamo il dibattito sui temi e i programmi poi arriviamo ai candidati" per le elezioni a Roma. La Capitale è una delle città sulle quali "abbiamo il dovere di costruire una coalizione". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un'intervista rilasciata il 31 ottobre alla festa del quotidiano 'Il Foglio' . Parole subito interpretate come un freno alla ricandidatura di Virginia Raggi alle elezioni comunali 2021. Il bis dell'attuale sindaca di Roma, si sa, ha spaccato il Movimento Cinque Stelle specie a Roma. Tra chi la appoggia e chi invece invoca una scelta condivisa tramite il voto on line sulla piattaforma Rousseau. 

A livello di vertici nazionali Raggi ha incassato il sostegno di Beppe Grillo e di una parte di Movimento, sia tra i cosiddetti "governisti" che tra gli ortodossi vedi l'endorsement mai ambiguo di Alessandro Di Battista. Le parole di Di Maio però lasciano più di un dubbio sulle reali intenzione del M5s nella Capitale. Cercare un candidato che sia gradito anche al centrosinistra?

"Prima i programmi poi i candidati" dice ancora il ministro degli Esteri. Che poi cerca comunque di correggere il tiro. "Virginia (Raggi, ndr) ha la mia stima ed il mio sostegno politico, lo ha sempre avuto anche quando internamente da noi molti, che oggi sono diventati suoi fan, la volevano mettere alla porta" ha aggiunto. "Penso che su Roma abbia fatto il meglio possibile in una condizione veramente difficile". 

Non è la prima volta che Di Maio sembra frenare Raggi. L'11 ottobre l'ex capo politico del Movimento, ora Ministro degli esteri, aveva chiesto di "non fossilizzarsi sui nomi" rispondendo a una domanda sul Raggi bis e sulle critiche arrivate alla sindaca dal Pd. "In questo governo si lavora bene, c'è un buon rapporto con Zingaretti, Franceschini, Gualtieri. Conte sta coordinando al meglio. La mia idea è di un'alleanza programmatica nelle grandi città" ha detto Dio Maio, ribadendo che "servirà un tavolo di governo al più presto" e sottolineando che "la Raggi per me ha lavorato bene. Dovremo affrontare bene il tema delle città senza scaricare nessuno". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento