menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nicola Zingaretti, immagine d'archivio

Nicola Zingaretti, immagine d'archivio

Elezioni comunali 2021, i "big" ignorano Zingaretti: la strada delle primarie si avvicina

Il segretario del Pd Roma Andrea Casu: "Le primarie sono nel nostro Statuto e nel dna del centrosinistra". Nei prossimi giorni le prime riunioni interne

I più corteggiati, protagonisti di mille retroscena sui quotidiani locali e nazionali, hanno già risposto "no" o semplicemente si sono voltati dall'altra parte. David Sassoli, presidente del parlamento europeo, Roberto Gualtieri, ministro dell'Economia, Enrico Letta, ex premier, Franco Gabrielli, capo della Polizia di Stato. Nessuno di questi ha accolto le richieste arrivate dal segretario del Pd Nicola Zingaretti, che, si sa, avrebbe preferito scegliere a tavolino un "big" per la corsa al Campidoglio. Un nome forte, in grado anche solo per fama e carriera di partire un po' in vantaggio ai nastri di partenza della campagna elettorale, specialmente sull'avversario di centrodestra. E invece l'indicazione del candidato sindaco di Roma per la coalizione di centrosinistra alle elezioni amministrative 2021 passerà con ogni probabilità dalle elezioni primarie. Nessun asso calato dall'alto. 

"In queste ore sto chiamando i segretari dei partiti, i capigruppo al Comune e i Presidenti dei municipi per convocare la prossima settimana la riunione della coalizione di centrosinistra - ha spiegato Andrea Casu, segretario del Pd Roma - per costruire insieme la riscossa politica e civica della Capitale, aprendoci al contributo delle energie civiche che in questi anni hanno lavorato in prima linea sul territorio. Le primarie sono nel nostro Statuto e nel dna del centrosinistra". E allora primarie siano. Anche perché i nomi in campo non mancano.

Ci sono i tre minisindaci uscenti: Sabrina Alfonsi (I municipio), Giovanni Caudo (III municipio), Amedeo Ciaccheri (VIII municipio), l'attivista Tobia Zevi, promotore dell'osservatorio "Roma puoi dirlo forte" e la senatrice ex consigliera comunale, Monica Cirinnà. Proprio da lei è arrivato l'ultimo appello di queste ore. "Per quale motivo lo stato maggiore del tuo partito ti ignora o comunque cerca di sostituirti con un altro nome? Intanto sono usciti solo nomi di uomini, sotto sotto questo Pd sulle donne ha ancora un sacco di problemi". E poi ancora: "Ho fatto 20 anni la consigliera, 7 anni la senatrice, ho un'azienda, non sono la signora nessuno. Fatemi concorrere, poi se trovate uno più forte di me sono contenta, ma almeno cominciate a muovervi, fate un sondaggio, mettete in campo questi 4-5 nomi, e vediamo chi è più convincente. Ma partiamo".

Ad auspicare le primarie poi c'è pure il dirigente di partito che da sempre muove le fila delle questioni romane, Goffredo Bettini, vicino allo stesso Nicola Zingaretti. "Dobbiamo con molta forza e decisione arrivare al candidato migliore partendo dalla coalizione e facendo un lavoro programmatico. Sapendo che non dobbiamo aspettare il grande nome". Poi tira in ballo i candidati già potenzialmente in campo. "Si sono già manifestate delle forze di primissimo valore: Monica Cirinnà, Giovanni Caudo, Amedeo Ciaccheri, Tobia Zevi. Non vanno mortificate. Ci vogliono le primarie oppure altre vie che però valorizzino chi ha avuto il coraggio di scendere in campo. Loro sono la nuova classe dirigente di Roma"

"La convocazione del tavolo della coalizione di centrosinistra entro la prossima settimana è un ottima notizia - ha commentato anche il capogruppo del partito democratico in Campidoglio Giulio Pelonzi - il Partito Democratico insieme al più ampio fronte progressista al lavoro per costruire il rilancio della Capitale a partire dalla sfida elettorale per il Campidoglio. Auspico che al Comune e nei Municipi si possa dar vita ad una coalizione ampia e plurale anche oltre i partiti. Partire dai contenuti programmatici è fondamentale, sono convinto che i romani premieranno chi dimostrerà di avere un programma concreto per trasformare Roma nei prossimi dieci anni".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento