Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carlo Calenda: "La mia corsa al Campidoglio continua. E' tempo di prendere decisioni"

"Se il Pd converge sul nome di Virginia Raggi sarebbe un sconfitta epocale, ma io francamente non ci credo", spiega il leader di Azione

 

Carlo Calenda avanti tutta. Il leader di Azione conferma la sua candidatura a sindaco alle prossime elezioni di Roma 2021. Lo fa a margine el flash mob degli uomini contro la violenza sulle donne organizzato da Liberare Roma. "La mia corsa al Campidoglio continua, ho finito il giro dei Municipi e adesso pubblicheremo il documento di risultanza di questo giro quartiere per quartiere, direi purtroppo buca per buca, più che altro". 

"Stiamo qui, è una maratona perché ci sono voci di spostamento, ma io resto assolutamente in campo e continuo a lavorare sui problemi della Capitale- aggiunge Calenda- Delle primarie si discute da un sacco di tempo e non si faranno visto, che non si possono fare assembramenti. È tempo di prendere decisioni credo. C'è il tavolo del centro-sinistra che non si riunisce da tempo immemorabile, decidessero loro cosa vogliono fare". E chiude: "Mi pare che ogni giorno ce n'è una, adesso c'è pare Gualtieri, però non si capisce. Io vado avanti, non posso stare ad aspettare sempre le decisioni altrui che non arrivano mai".

"Se il Pd converge sul nome di Virginia Raggi sarebbe un sconfitta epocale, ma io francamente non ci credo", conclude. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento