rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Elezioni Comunali Roma 2021

Calenda fa infuriare i suoi elettori: l’idea di Bertolaso vicesindaco è un boomerang

Centinaia di utenti hanno commentato sul profilo social di Calenda la scelta di ricorrere all'ex numero uno della Protezione civile

Il nome di Guido Bertolaso, nei panni di vicesindaco, si sta rivelando un boomerang tra i sostenitori di Carlo Calenda.

La scelta di Calenda

Il leader di Azione, in una recente intervista rilasciata a Chi, ha infatti dichiarato di volere  “Guido Bertolaso commissario straordinario e vicesindaco al decoro urbano”. Una scelta che Calenda sta cercando di difendere a spada tratta. “Per me esiste una sola bussola per gli incarichi: persone esperte e indipendenti” ha spiegato l’ex ministro.  “Bertolaso, che non è interessato a cariche pubbliche, sarebbe un ottimo commissario alla gestione dei rifiuti o all’organizzazione del Giubileo” ha scritto sui propri mezzi social il leader di Azione.

Un nome che piace al centrodestra

Il nome di Bertolaso, però, ricorre ad ogni tornata elettorale. Solo che in precedenza era stato accostato al centrodestra. Prima che Forza Italia, nel 2016, convergesse su Alfio Marchini era stato proprio l’ex numero uno della Protezione civile ad essere considerato il candidato ideale per Berlusconi. Ed anche in queste elezioni, prima che il centrodestra trovasse la convergenza su Michetti, era stato nuovamente avanzata l’ipotesi Bertolaso, senza però riuscire a strappare l’assenso del diretto interessato.

Calenda, nel difendere sui propri social l’ipotesi di Guido Bertolaso, ha postato un articolo di Romatoday asserendo che questa volta abbiamo sbagliato. In realtà nessuno ha messo mai in discussione le competenze dell’ex numero uno della Protezione civile. In una contesa elettorale però, il fatto di aver pensato a lui, diventa un modo per gettare un sasso nello stagno del centrodestra. Ed è una mossa che, per molti elettori di Calenda, risulta quantomeno “spiazzante”. Se non addirittura indigesta.

Il nome di Marino

E’ pur vero che il leader di Azione, per supportare la tesi che, per guidare Roma, ci sia “bisogno di raccogliere tutte le esperienze di valore”, dopo il nome di Bertolaso ha fatto quello di Marino. Perché a suo dire l’ex sindaco del PD “ha fatto un buon lavoro di studio sulla questione della riorganizzazione dei poli museali. E su questo specifico argomento intendo coinvolgerlo, se vorrà”. Però, negli oltre 500 commenti ricevuti al proprio post, praticamente nessuno si è soffermato sul nome dell’ex sindaco del PD.

I commenti negativi

La maggior parte dei commentatori si è infatti concentrata su Bertolaso. L'Italia è piena di giovani manager brillanti è mai possibile che si torni sempre a Bertolaso” ha obiettato qualcuno “Se c’era qualche possibilità di arrivare al ballottaggio” hanno scritto più utenti sotto al post, “Calenda se l’è appena giocata”. Ed è un sentimento diffuso da tanti potenziali elettori che si sono espressi sulla pagina facebook di Carlo Calenda. Una valanga di commenti negativi accompagnati dalla considerazione che, così facendo, il leader di Azione sta perdendo consensi. Almeno nel campo del centrosinistra.

Commenti Calenda Bertolaso-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calenda fa infuriare i suoi elettori: l’idea di Bertolaso vicesindaco è un boomerang

RomaToday è in caricamento