Domenica, 19 Settembre 2021
Elezioni Comunali Roma 2021

Roma Ecologista: Di Battista e Raggi per l'apertura della campagna elettorale

"I fondi di PNRR e Giubileo fanno tanta gola ai partiti", ha affermato la Sindaca in corso d'evento

Dopo Giuseppe Conte e Luigi Di Maio, anche Alessandro Di Battista scende in campo per Virginia Raggi, presenti entrambi all'inaugurazione della lista civica Roma Ecologista, tra le 4 che supportano la Sindaca nella sua corsa al Campidoglio. 

L'ex politico e attivista 5 stelle ha espresso pieno sostegno alla Sindaca e al candidato della lista Lapo Sermonti, con cui è coautore dell’agenda ecologista. Piovono così ricordi sulle principali battaglie nel Movimento e di Virigina Raggi in questi 5 anni di Governo della città, con tanto di Casamonica, Mafia Capitale e honestà. "Anche se sono lontano ormai dal Movimento, non rinnego il mio supporto a Virginia - ha affermato Di Battista - "Qua qualcuno forse si dimentica quel che era Roma e gli scempi prima che arrivasse. Oggi Virginia è sotto scorta anche perché ha buttato giù le villette dei Casamonica. È questa la verità, Roma non è più vista in ambito nazionale come la città del malaffare, della disonestà, degli appalti concessi agli 'amici degli amici'. Questo è un dato di fatto". 

"Abbiamo portato avanti un cambiamento in questi 5 anni che però, non avendo la bacchetta magica ma la fascia da Sindaca, non ho potuto concludere, quindi dobbiamo andare avanti puntando su ecologia, sostenibilità e digitalizzazione", così la Sindaca Virginia Raggi spiegando la sua vicinanza alla lista civica."Sono tutte le cose che abbiamo avviato: nessuno lo sa, ma è Roma all’interno della classifica Icity Rank, che è la classifica italiana che dà il voto alle città più digitali, ha stabilita che Roma nel 2019 è passata dalla 15° posizione alla 4° posizione. Perché siamo diventati più digitali”, citando la dematerializzazione dei biglietti dell'autobus, il rilascio di certificati online o l'iscrizione dei bambini a scuola. 

"Abbiamo un piano urbano della mobilità sostenibile di 10 anni che prevede la cura del ferro, quella di cui tutti hanno parlato e di cui si sono riempiti la bocca ma che quando siamo arrivati era sostanzialemente a 0. Abbiamo progettato linee metro e tram, 5 linee tram sono state finanziate, 7 sono in progettazione, stiamo riprogettando la metro D, progettando il prolungamento della metro, riprogettando quella della linea T2 e T1 della metro C, abbiamo anche fatto le piste ciclabili", ha aggiunto la prima cittadina, sostenendo che Roma in questo modo si stia avvicinando alle altre città europee e che i fondi del PNRR acceleleranno questi interventi. "I soldi vanno indirizzati per i servizi, non per le mazzette", puntualizza.

Gli interventi sono stati accolti dai candidati di Roma Ecologista a suon di "Virginia Raggi Sindaca di oggi e domani", in primis da Alessandro Bianchi, capolista, ex ministro ai Trasporti di Romano Prodi, docente e urbanista storico, che ha riunito in queste settimane 48 candidati in questa scelta sostenibile e digitale: un mix di competenze lato innovazione che fanno gioco per un secondo mandato della Raggi al Campidoglio.

Trasformazione digitale e grande raccordo boschivo

La lista civica punta così su Bianchi, Sermonti e Cardente, i tre candidati principali della lista ecodigital, e sugli esperti in sostenibilità e green Angelo Consoli, direttore dell’ufficio europeo di Jeremy Rifkin, ispiratore del Green New Deal, e Jacopo Mele, esperto e garante della parte digital, uno degli under 30 europei di Forbes.

Per voltare pagina con il passato, il ruolo di Roma Ecologista nella sua tornata elettorale è dotare appunto la squadra 5 stelle di competenze su ecologia e innovazione, partendo dall'ottimizzazione della raccolta differenziata.

Essenziale la gestione dei rifiuti: "Stiamo vagliando delle proposte interne su come ridurli e trattarli all’intero della città, portando proposte sull’energia e mappando i posti dove andranno gli impianti e i pannelli per l'autoproduzione energia", ha affermato Lapo Sermonti. "Stiamo lavorando anche sulla riforestazione di Roma per adattare la città al cambiamento climatico, il tutto attraverso un grande raccordo boschivo che possa difenderci dal cambiamento climatico".

“Puntiamo a passare da 50 a 500 telecamere di sorveglianza sul territorio capitolino, l'intelligenza artificiale potrebbe aiutarci ad arrestare tutti quelli che lasciano i rifiuti lungo le strade della Capitale", ha affermato Alfonso Pecoraro Scanio, Ex Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e tra i principali sponsor della lista. "L'idea potrebbe veder la luce tramite i fondi del PNRR, così come l'adozione di una blockchain per tracciare le risorse spese dal Comune nelle prossime consiliature".

Cosa chiede Roma Ecologista per Roma

Non solo green nell'agenda di Roma Ecologista. "Ci occuperemo di tutti i temi su cui la città deve svecchiarsi, per portarla ai livelli europei, come mobilità, vigilanza e sicurezza urbana, valorizzazione del patrimonio archeologico, soprattutto Fori e parco dell'Appia Antica" - ha introdotto così Bianchi il programma alla Sindaca.

Tra le proposte, anche la creazione di due assessorati specifici per vigilare su due zone capillari per il rilancio e valorizzazione della città: il Centro storico, dove il capolista Alessandro Bianchi è anche candidato, e Ostia. "Vorremmo che centro e periferia diventassero un'unica città tramite la mobilità su ferro", ha spiegato il capolista di Roma Ecologista, spronando a sostenere la Sindaca.

"Quando sento i candidati dire: l'onestà è un presupposto, va bene, ma fino al 2016 non c'era. Ce la ricordiamo Mafia Capitale?" Ci avete lasciato una città con 13 miliardi di debito. I fondi del PNRR e del Giubileo che stanno per atterrare su Roma fanno tanta gola, quindi se noi non ce la mettiamo per rivincere in questa città e completare la trasformazione che abbiamo iniziato, non è che si torna indietro di 5 anni, ma di 20 anni e quei fondi andranno nelle tasche di qualcuno, perché è così che lavorano i partiti, si sono risvegliati per mettere mano ai soldi dei cittadini e noi li dobbiamo investire per migliorare nelle nostre città e non le finanze di qualcuno", ha concluso la Sindaca Virginia Raggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Ecologista: Di Battista e Raggi per l'apertura della campagna elettorale

RomaToday è in caricamento