Martedì, 22 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regionali Lazio, Parisi parla chiaro: "Riattiveremo l'inceneritore di Colleferro"

Blitz del candidato presidente del centrodestra nel parcheggio "Truck Village" di Colleferro. Qui dal 5 dicembre sono fermi i materiali per il revamping dell'inceneritore. "Altro che Raggi, il problema dei rifiuti di questa regione è responsabilità di Zingaretti"

Stefano Parisi parla chiaro. Non si nasconde dietro imbonimenti elettorali. Ha le sue idee e non ha paura di raccontarle. Così oggi si è presentato a Colleferro, per un blitz all'ombra del discusso termovalizzatore. Nei pressi, per la precisione nel parcheggio "Truck Village", si trovano i materiali per il revamping, ovvero la riaccensione dello stesso inceneritore.

E la denuncia di Parisi è proprio contro la mancata risolutezza dell'attuale governatore: "Noi vogliamo riattivare immediatamente gli impianti di incenerimento di Colleferro, è la prima cosa da fare. Stiamo buttando milioni di euro e paghiamo anche la Tari più alta. I fornitori faranno anche causa per questo blocco del revamping. Questa cosa qui, se andremo al governo della Regione, si sistema subito, perchè è l'unico sistema civile per gestire i rifiuti. Zingaretti ha paura di prendere decisioni. Io mi impegnerò su cose che farò nei prossimi cinque anni. Nel programma del Pd non c'e' niente sui rifiuti, a parte qualche parola sull'aumento della differenziata. Non è mai un problema di soldi, ma di incapacità politica".

Nella sede di Lazio Ambiente dallo scorso 9 febbraio è in corso un presidio dei lavoratori che, muniti di striscioni e bandiere delle varie organizzazioni sindacali, vogliono sollecitare il mancato pagamento degli stipendi e una positiva risoluzione della crisi aziendale, per favorire la rioccupazione degli oltre 300 esuberi dichiarati dall'azienda. Un'azienda che vive da diversi mesi in una situazione di stallo dovuta alla vicenda dei comuni morosi.

Altro problema sullo sfondo della crisi aziendale il blocco del revamping degli inceneritori di Colle Sughero, finanziato dalla Regione Lazio per 7 milioni di euro, a cui si sono opposti associazioni ambientaliste, comitati e cittadini in presidio permanente al quartiere Scalo da oltre 90 giorni sotto la bandiera del movimento Rifiutiamoli. 

"Altro che Raggi, il problema dei rifiuti di questa regione è responsabilità di Zingaretti. Questo è un impianto per il rilancio e la ristrutturazione del termovalorizzatore di Colleferro decisi da Zingaretti. Sono stati stanziati milioni euro, ora 'bloccati' in questo piazzale per paura di prendere una decisione. Nel frattempo noi spendiamo cento milioni l'anno per prendere i nostri rifiuti e portarli fuori dalla regione e conferirli ad altri termovalorizzatori che in europa, nei centri delle città, generano calore ed energia elettrica. Questa è la politica delle non scelte, la paura di Zingaretti di prendere decisioni. Abbiamo bisogno di gente di qualità".  

Si parla di

Video popolari

Regionali Lazio, Parisi parla chiaro: "Riattiveremo l'inceneritore di Colleferro"

RomaToday è in caricamento