Regionali, Parisi sconfitto: "Grande risultato. Con più tempo avremmo vinto"

Il commento del leader di Energie per l'Italia dall'hotel Savoy, dove ha seguito per l'intera giornata i risultati del voto

"Perché applaudite? Abbiamo perso!". Scherza Stefano Parisi, nel saluto finale ai sostenitori che lo acclamano all'hotel Savoy, dove il candidato di centrodestra ha seguito insieme ai familiari la lenta pubblicazione di proiezioni e dati del Viminale. Dal comitato di piazza di Pietra il governatore uscente, riconfermato, Nicola Zingaretti, annuncia la vittoria alle 22, prima del previsto, quando ancora mancano da conteggiare 2mila sezioni. Ma il risultato è certo. E anche il leader del centrodestra è costretto a prendere la parola. 

"Non siamo arrivati primi ma abbiamo comunque avuto un grande risultato, con una differenza inferiore rispetto a quanto detto da Zingaretti, meno di 250 mila voti" commenta Parisi alle telecamere. "E se avessimo avuto più tempo, e un confronto con Zingaretti su un palco (che il candidato aveva chiesto in più occasioni, ndr) avremmo vinto le elezioni". La sconfitta, inutile nasconderlo, è amara, per un estenuante testa a testa andato avanti fino all'ultimo. E nella hall dell'albergo di via Ludovisi c'è chi ancora conta i voti e immagina colpi di scena. Parisi invece è più che realista. Con toni pacati ma fermi, il leader di Energie per l'Italia annuncia che si siederà all'opposizione. E che darà battaglia.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Faccio i miei auguri a Zingaretti, sperando che in questi anni governi bene. La nostra Regione merita di più, mi auguro che abbia più coraggio di fare scelte che non ha fatto per la nostra ragione. Noi faremo sicuramente da sprone perché si cambi davvero passo. Sanità, infrastrutture, rifiuti, sono tanti i punti su cui intervenire". Esclude ogni ipotesi di appoggiare, su alcuni punti programmatici, il governo Zingaretti (che faticherà, numeri alla mano, a trovare una maggioranza in consiglio). E allontana scenari che già lo vogliono con qualche incarico in un ipotetico governo di centrodestra: "E' un tema che non esiste". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi casi, sono 11 in totale nel Lazio. I dati Asl del 27 maggio

Torna su
RomaToday è in caricamento