rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Regionali Lazio 2018

Regionali, la gaffe di Parisi: "Slogan Lombardi una stupidaggine. Rincorre Salvini"

Il commento ieri nel corso della presentazione del suo programma. Salvini fa parte della coalizione che lo sostiene

"Più turisti, meno migranti". Lo slogan partorito da Roberta Lombardi ha unito tutti in una critica pressoché unica, compresi alcuni esponentidel suo partito. Qualcuno è però incorso in un gaffe. Parliamo del candidato presidente alle elezioni per la Regione Lazio del centrodestra Stefano Parisi che, commentando l'uscita della Lombardi, non si è accorto di aver di fatto attaccato un suo alleato. Nel corso della presentazione del suo programma elettorale, l'ex city manager di Milano ha commentato: "Lo slogan della Lombardi è una stupidagine. Cosa c'entra il turismo con l'immigrazione? Che ci azzecca? Questi sono slogan che uccidono la politica e che servono per rincorrere Salvini. Serve invece la competenza".

Ricordiamo che Salvini, leader della Lega, sostiene la sua candidatura. Nello stesso evento però Parisi ha difeso Salvini e Meloni. "È giusto che alla rabbia si dia una risposta e la si risolva. Non la si risolve certo con l'ipocrisia di chi dice che il problema non esiste, o che il problema è il razzismo. Non sono razzisti ne' Salvini, ne' Meloni, ne' gli italiani. È molto grave che invece la sinistra, con ipocrisia, faccia finta di niente mentre per risolvere quella rabbia dobbiamo occuparci di che cosa succede agli italiani poveri che hanno la casa occupata dagli immigrati. Il problema va risolto, è inutile pensare che il problema siano Salvini o Meloni, ma è l'insicurezza che c'è nei nostri quartieri". 

L'attacco alla Lombardi ha trovato pronta risposta da parte dei Cinque Stelle. Federica Daga, deputata grillina: "Berlusconi cerca di rifilare ai cittadini del Lazio Parisi come candidato del centro destra quasi come Totò che ‘vende’ la Fontana Trevi al primo turista sventurato e ingenuo che gli capita sotto tiro. Un vero e proprio ‘pacco’ per gli elettori di Roma e del Lazio a tutto vantaggio di Zingaretti e della zarina Boldrini, sua alleata. Per fortuna la gente ha ormai capito il gioco delle tre carte e non si lascerà più ingannare dai metodi truffaldini dell’asse Pd-centro destra". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, la gaffe di Parisi: "Slogan Lombardi una stupidaggine. Rincorre Salvini"

RomaToday è in caricamento