Regionali Lazio 2018

L'incorruttibile sindaco grillino all'attacco: "Il 4 marzo non voterò Roberta Lombardi"

La collega di partito Valentina Corrado: "L’assuefazione al potere non ha risparmiato nemmeno lui"

Più volte Beppe Grillo e l'intero Movimento Cinque Stelle l'hanno indicato come sindaco modello. Lui, Fabio Fucci, primo cittadino di Pomezia dal 2013 a giugno si ricandiderà, molto probabilmente con una lista civica. Consigliere prima, sindaco poi, aveva chiesto la possibilità di correre con il M5s per un terzo mandato. Il capo politico, Luigi Di Maio, ha detto però detto no e quindi ha deciso di riproporre nella cittadina alle porte di Roma una sorta di modello Pizzarotti, con una civica per continuare il suo progetto politico. La polemica, per non dire guerra, con il Movimento è però aperta e ieri Fucci ha sferrato un colpo di quelli pesanti a Roberta Lombardi, con la quale evidentemente i rapporti non sono dei migliori. 

In un'intervista a Il Foglio ha da prima svelato retroscena sinora inediti, poi ha dichiarato il suo non voto a Roberta Lombardi. Voterà per la Lombardi?, chiede il giornalista. "Proprio no", replica Fucci. Zingaretti? "Bah, andando per esclusione… Ma non mi sbilancio, per ora". 

Nella stessa intervista, riferendosi ad Ivan Della Valle, deputato coinvolto in rimborsopoli, afferma: "Se ho capito bene, il deputato piemontese era stato scelto dalla candidata governatrice come possibile assessore regionale alle Attività produttive; ma è stato scaricato dopo che si è scoperto della sua furbata sui rimborsi". Per poi aggiungere: "La vicenda di Della Valle conferma tutta l’ipocrisia che vige nel Movimento. Si parla della politica come servizio a tempo, ma poi non c’è nessun divieto di accumulare incarichi non elettivi. Il che è anche più pericoloso". E quando il cronista chiede se Lombardi "ha sbagliato a volere Della Valle?", Fucci rincara la dose: "Guardi, sulla Lombardi mi limito a osservare che ha fortemente voluto sia Della Valle sia Emanuele Dessì. Uno come assessore, l’altro come coordinatore della campagna elettorale".

A rispondere a Fucci ci pensa Valentina Corrado, consigliera grillina e candidata al consiglio regionale del Lazio con il M5s. Corrado definisce Fucci "un cittadino, balzato agli onori delle cronache nazionali, per essere diventato sindaco del Comune di Pomezia solo grazie al lavoro del #M5S. L’assuefazione al potere non ha risparmiato nemmeno lui. Ha dichiarato che probabilmente voterà per Zingaretti, pur non avendo mai lesinato apprezzamenti alla mia attività politica, dall’opposizione del consiglio regionale, proprio contro l’amministrazione targata Pd di Zingaretti".

La consigliera grillina uscente aggiunge: "Non più tardi di qualche giorno fa ha addirittura accusato la maggioranza comunale del m5s di fare “ammucchiate” con altri partiti, nel goffo tentativo di nascondersi nella sua rocambolesca fuga solitaria. In attesa che la presentazione delle liste alle prossime amministrative certifichino le reali abilità nell’apparentamento, invito Fucci a prendere atto che quanto di buono è stato realizzato a Pomezia è solo grazie ad una maggioranza del m5s. Perché é il m5s che permette ai cittadini di governare laddove la vecchia politica pensa di essere l’unica brava solo a comandare. Io sono sempre stata convinta che ognuno trova quel che cerca nella vita, e francamente non so quello che troverà Fucci, viste le premesse. So quello che voglio trovare io in Regione Lazio dopo il 4 Marzo: un governo m5s con Roberta Lombardi presidente".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incorruttibile sindaco grillino all'attacco: "Il 4 marzo non voterò Roberta Lombardi"

RomaToday è in caricamento