menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri

Regionali, centrodestra verso candidatura di Gasparri. Berlusconi oggi a Roma

Ancora da sciogliere il "nodo Pirozzi"

Il Cavaliere metterà un punto nelle prossime ore. Sarà a Roma per decidere una volta per tutte il candidato nel Lazio. Un rebus da sciogliere in fretta, perché al voto mancano meno di due mesi, e gli avversari politici sono già in campagna elettorale. In pole position Maurizio Gasparri, parlamentare azzurro di lungo corso. Ma ancora non ci sono ufficialità, anzi. Nella lista delle priorità c'è la questione lombarda dopo il ritiro di Roberto Maroni. Il già governatore regionale non si ricandiderà, e sul suo successore è in corso un confronto dai toni accesi tra il leader di Forza Italia e Matteo Salvini. 

"Può essere un ottimo candidato ma siamo ancora distanti da una decisione definitiva" ha detto Silvio Berlusconi sull'ipotesi Gasparri in un'intervista a Radio Capital questa mattina. Resta infatti aperta anche l'opzione di Gennaro Sangiuliano, vicedirettore del Tg1, proposto dalla componente di Antonio Tajani. In entrambi i casi serve sciogliere il "nodo Pirozzi". Nei piani del centrodestra - e tra le condizioni poste dallo stesso Gasparri per cominciare la corsa - il sindaco di Amatrice, candidato già da novembre con una sua lista civica, dovrebbe ritirarsi e lasciare la strada spianata al volto che guiderà l'alleanza siglata domenica scorsa nelle stanze di Arcore. 

Lui però non molla, e continua a ripeterlo senza lasciare spiragli, almeno all'apparenza. "Potrei ritirarmi solo se si candidasse Giorgia Meloni, in quel caso sarebbe una scelta di cuore". Una frase che suona di provocazione, dal momento che la leader esclude di correre per il Lazio, o semplicemente di tentativo di alzare la posta di un'ipotetica trattativa in corso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento