Autostrada Roma Latina, Lombardi dice no: "Se la volete, non mi votate"

La candidata del M5s alla Regione boccia l'operazione

Tra i candidati alla presidenza della Regione Lazio si allarga il fronte del No all'autostrada a pedaggio Roma Latina. Alla contrarietà di Potere al Popolo si associa quella della candidata pentastellata Roberta Lombardi.

Il no di Roberta Lombardi

"Se volete la Roma-Latina non mi votate perché con me non si farà mai – ha spiegato Roberta Lombardi, intervistata dall'agenzia DIRE – ci sarà invece un adeguamento della via Pontina”. La dichiarazione arriva con un paio di mesi d'anticipo sulla decisione del Consiglio di Stato. Gli ermellini sono infatti stati chiamati in causa dai ricorrenti della Salini-Impregilo che vorrebbero rimettere in discussione l'aggiudicazione della gara al consorzio Sis. Sul merito si attende un giudizio entro il 15 aprile. Dopo le elezioni. Nel frattempo la questione è tornata nell'agenda politica.

La necessaria messa in sicurezza

Fallito il tentativo d'una parte di Liberi ed Uguali di portare Zingaretti sulle posizioni del no, si registra comunque l'importante apertura della candidata pentastellata.  "Conosco la via Pontina perchè d'estate la percorro spesso ed è evidente che non c'è mai stata una programmazione ordinaria e straordinaria – ha aggiunto Lombardi – La soluzione della Regione Lazio, due estati fa, fu quella di abbassare la velocità, facendo infuriare i cittadini. Quindi 'sì' al potenziamento ed alla messa in sicurezza". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Favorevoli all'autostrada

Il fronte del No cresce, ma si rafforza anche quello di quanti sono favorevoli all'autostrada a pedaggio.  Martedì 14  è infatti stata formalizzata, su iniziativa di Unindustria, la creazione di un comitato di promozione della Roma Latina. E' formato da 17 realtà tra associazioni ed organizzazioni  sindacali. Ne fanno parte tanto Cgil, Cisl, Uil e Ugl, quanto Coldiretti, Federlazio, Confagricoltura e Confcommercio di Latina. La loro costituzione avvenuta all'interno della Camera di Commercio, come spiegato da Unindustria, “nasce per gestire il rapporto tra le parti” finalizzato al “monitoraggio dell’andamento dei lavori” ed alla possiible “individuazione di eventuali elementi migliorativi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

Torna su
RomaToday è in caricamento