Regionali Lazio 2013

Regionali, Zingaretti come Clooney: "Immagina un nuovo inizio"

Il candidato di centrosinistra alla Pisana ha presentato oggi il comitato "Immagina - un nuovo inizio". Tanti i temi 'caldi' toccati: trasparenza, rifiuti, sanità

Da molti criticato per non aver 'rispettato' gli impegni presi per il Campidoglio e aver lasciato "il vuoto" a sinistra, Nicola Zingaretti guarda avanti, dritto per la sua strada, quella della Pisana. "Oggi inizia formalmente un'avventura, dopo che il malgoverno di questa Regione ci ha fatto sudare con le date. Inizia una grande sfida per voltare pagina" ha detto il candidato del centrosinistra alla Regione Lazio che stamattina ha inaugurato il suo comitato elettorale in via Cristoforo Colombo.

Con lui il presidente del comitato Teresa Petrangolini, il coordinatore della campagna elettorale Massimiliano Smeriglio e il responsabile del programma Amedeo Piva. 'Immagina - un nuovo inizio' è lo slogan della campagna, in caratteri bianchi su fondo verde acqua. 'Immagina - un nuovo inizio' è lo slogan della campagna, in caratteri bianchi su fondo verde acqua. Somiglia, fanno notare, a quell''Immagina' pronunciato da George Clooney in uno spot di una compagnia telefonica. E il presidente sta allo scherzo: "Non lo sapevo, allora sono in buona compagnia. Io e George Clooney... magari fosse...".

Ironie a parte, "questo sarà il comitato di chi lo frequenterà - ha proseguito - La nostra ambizione è unire persone, associazioni, società civile. Sarà un comitato aperto dalla mattina alla sera, a cui si potrà contribuire con le idee e con i soldi". "Questo sarà il comitato di chi lo frequenterà - ha aggiunto Zingaretti - La nostra ambizione è unire persone, associazioni, società civile. Sarà un comitato aperto dalla mattina alla sera, a cui si potrà contribuire con le idee e con i soldi". Tanti i temi trattati durante la presentazione, dalla sanità a rischio collasso, alla trasparenza nella pubblica amministrazione, all'emergenza rifiuti. Con la stessa tecnologia usata oltreoceano: l'agenda digitale modello Obama.  

FINANZIAMENTI E TRASPARENZA - "Torneremo al sostegno dei gruppi politici nei parametri della normalità e con regole precise che regolino il finanziamento alle esigenze vere dei gruppi e non per andare in Sardegna con l'amante a bere lo champagne". Così il candidato ha lanciato la stoccata all'ondata di scandali che ha investito la Regione."Noi non vogliamo solo governare la Regione ma rivoluzionare l'istituzione - ha aggiunto - non solo con l'etica, che da noi c'é sempre stata, ma anche con l'amministrazione perché se ci fossero in Consiglio persone come quelle che oggi sono in carcere a loro non sarà permesso di fare ciò che hanno fatto. La trasparenza sarà il nostro assillo - ha concluso - sarà fatto un provvedimento radicale e in tempi rapidi". On line infatti andranno "tutte le spese, comprese le sottoscrizioni alla campagna elettorale". E ancora: "Noi non utilizzeremo manifesti abusivi e invito tutti quelli che faranno campagna con il mio nome a non utilizzarli".

ALLEANZE - "Con le altre forze politiche c'é un confronto aperto" ha detto invece sul fronte alleanze. "Si parte da Italia Bene Comune cioé l'insieme delle forze protagoniste del rinnovamento della politica in Italia in questo momento, mentre la destra è alle prese con un padrone che li sta obbligando a delle giravolte impossibili. Poi - ha affermato - Italia Bene Comune è aperta al confronto con quelle forze moderate che si stanno organizzando attorno a una lista civica, possibile anche a livello regionale e delle altre forze politiche che si stanno facendo avanti, come Portas o Donadi. E' un confronto che parte da questa impostazione: non faremo mai più carrozzoni, ma alleanze larghe fondate su un programma e sulla chiarezza ai nastri di partenza"

RIFIUTI - Quasi impossibile non pronunciarsi sui rifiuti. Proprio il Lazio è stato da poco "bocciato" sul fronte discariche dalla Commissione Europea Petizioni (PE) e il dibattito è rovente da mesi. "Il mio modello sui rifiuti? L'ho già fatto in Provincia, l'ente italiano che ha garantito la migliore e maggiore crescita della raccolta differenziata porta a porta - ha dichiarato Se sui rifiuti qui nel Lazio siamo nei guai - ha aggiunto - le colpe le conosciamo. Sono ancora presidente della Provincia e non voglio fare polemica politica però posso dire quello che abbiamo fatto noi. Se tutti avessero fatto così non ci sarebbe il problema dei rifiuti nella nostra Regione - ha concluso - e penso che sia giusto portare in tutto il Lazio questa nostra esperienza".

SANITA' - Il candidato e, ancora per pochissimo, presidente della Provincia, ha toccato poi un altro tema caldo, anzi, caldissimo, delle ultime ore. "Tra pochi giorni lancerò il mio manifesto per la sanità del Lazio e su quello apriremo consultazioni. Occorre una sanità diversa, ci sono Regioni che hanno chiari modelli sulla sanità condivisibili o meno, ma nel Lazio non c'é". "Bisogna fare quadrare i conti - ha aggiunto - ma anche immaginare un modello e farlo funzionare. Questo non lo farà un presidente da solo, anche se commissario: lo farà la condivisione che noi cominceremo a proporre in campagna elettorale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Zingaretti come Clooney: "Immagina un nuovo inizio"

RomaToday è in caricamento