Comunali Provincia di Roma

Fiumicino, Montino-Maruccio: "Subito alle urne, Canapini ha fallito"

Esterino Montino e Vincenzo Maruccio, capogruppi rispettivamente del Pd e dell'Idv alla Regione Lazio, hanno partecipato alla manifestaizone a Fiumicino per chiedere elezioni immediate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

MONTINO- SUBITO ALLE URNE, CANAPINI HA FALLITO-2-2“Meglio sei mesi di commissariamento che un altro anno e mezzo di giunta Canapini. Fiumicino ha bisogno di un cambiamento, di un vero piano per la crescita. Non di giochi di potere e piccoli ricatti. L’unica alternativa sono le urne”. Lo ha dichiarato il capogruppo regionale del Pd, Esterino Montino, durante il suo intervento alla manifestazione organizzata dai gruppi di opposizione della Regione Lazio e di Fiumicino a piazza Grassi, per chiedere elezioni subito a Fiumicino. “In otto anni e mezzo – ha sottolineato Montino – questo centrodestra non ha portato a termine nessuna delle opere promesse nel 2003 e nel 2008. Sono state aumentate le tasse e non c’è stato nessun miglioramento nei servizi. L’unica cosa che Canapini è stato in grado di fare è dare il proprio assenso all’installazione di una discarica. Il teatrino al quale stiamo assistendo è desolante. È arrivato il momento di unire le forze e dare un’alternativa, una prospettiva futura a questo Comune. Il centrosinistra può e deve governare. Fiumicino ha bisogno di gente che abbia a cuore la cosa pubblica, la crescita e lo sviluppo della propria città. Non di personaggi che si facciano solo i fatti propri”.

“Fiumicino non ha bisogno di tatticismi politici ma di risposte. Quelle stesse risposte che da otto anni e mezzo questo centrodestra non riesce a darle”. Lo ha dichiarato il capogruppo regionale dell’Italia dei Valori, Vincenzo Maruccio. "Questo Comune non ha più una maggioranza – ha sottolineato Maruccio -. E le urne sono l’unica via d’uscita. Il centrosinistra si candida a dare un segnale di discontinuità con il passato e a governare questo Comune, con un programma condiviso e non imposto dai partiti. I risultati del centrodestra sono sotto gli occhi di tutti. Ora se hanno un briciolo di coscienza si facciano da parte e lascino che i cittadini giudichino il loro operato”.

“I cittadini che sono intervenuti oggi e hanno affollato piazza Grassi invece di andare dietro al carrozzone del sindaco, e l’enorme mobilitazione su Facebook, dimostrano una sola cosa: Fiumicino è stufa di questa politica, di questi personaggi, di questo modo di fare e chiede cambiamento ed elezioni - sottolineano i consiglieri comunali Michela Califano, Paolo Calicchio, Alessandra Vona e Silvano Zorzi -. Non c’è una sola idea di sviluppo. Nessun piano di crescita. Si è vissuto alla giornata per quasi nove anni. Ora basta. Se ne vadano a casa e liberino Fiumicino da questa oligarchia”.

“Il Pdl – ha dichiarato il capogruppo Idv di Fiumicino, Claudio Cutolo – sta implodendo su se stesso, lacerato da divisioni interne e da una faida senza quartiere. In tutto questo la città è ferma, i servizi sono inesistenti e opere come l’interporto e il porto turistico stanno morendo, senza che nessuno faccia niente per portarle a termine. I posti di lavoro tanto reclamizzati sono ancora un sogno. Serve un nuovo sindaco, una nuova classe dirigente, una nuova politica e nuovi imprenditori che vengano a investire su Fiumicino e non più a speculare alle spalle dei cittadini”. Alla manifestazione hanno partecipato: Bruno Astorre, vicepresidente del consiglio regionale del Lazio; il consigliere regionale del Pd, Enzo Foschi, il capogruppo Idv alla Regione Lazio, Vincenzo Maruccio, il consigliere regionale dell’Idv Giulia Rodano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino, Montino-Maruccio: "Subito alle urne, Canapini ha fallito"

RomaToday è in caricamento