Martedì, 21 Settembre 2021
Elezioni Politiche 2013

"La lettera rimborso Imu è una truffa": arriva la denuncia contro Berlusconi

Gianfranco Mascia, candidato con Rivoluzione civile Ingroia, e alcuni esponenti dell'Idv hanno presentato un esposto alla Procura di Roma. Le accuse rivolte all'ex premier sono truffa e voto di scambio

Continua, senza sosta, il tormentone restituzione Imu. Dal 3 febbraio, giorno 'dell'annuncio choc', le accuse al leader Pdl si sono sprecate. I partiti nemici lo hanno incolpato di "voto di scambio" e di "acquisto" vero e proprio della preferenza degli italiani. Ciò nonostante, Berlusconi è sempre riuscito ad uscirne, più o meno, elegantamente. Ieri, però, l'ex premier potrebbe avere esagerato. Milioni di italiani, infatti, si sono visti recapitare a casa una missiva con la scritta: "Avviso importante. Rimborso Imu 2012". Peccato che la lettera, altro non era, che un invito a votare per il Pdl. 

VIOLAZIONE ARTICOLO 97 - Le fazioni opposte questa volta l'hanno presa sul serio. E sono partiti gli esposti alla Procura di Roma. Il primo è a firma Gianfranco Mascia, candidato alla Regione Lazio con Rivoluzione civile Ingroia. Il reato ipotizzato è quello di truffa e violazione dell'articolo 97 del Testo Unico della Legge Elettorale. E' stato lo stesso candidato 'arancione' a presentate di persona l'esposto al prefetto Giuseppe Pecoraro "in modo che venga valutata la presenza di eventuali irregolarità elettorali o di voto di scambio". D'altronde, il titolo della busta che gli italiani ieri hanno trovato nella loro cassetta delle lettere  "non lascia dubbi: è una promessa di soldi in cambio del voto". 

LA DENUNCIA DELL'IDV - Il partito di Ingroia non è stato l'unico a reagire. Anche l'Idv, infatti, ha risposto alla missiva della discordia. "In italiano la lettera sulla restituzione dell'Imu, inviata da Silvio Berlusconi ai cittadini, non si chiama propaganda elettorale, ma truffa". Per questi oggi la Procura di Roma ha ricevuto anche la denuncia dell'Italia dei Valori. Ed è proprio il leader, Antonio Di Pietro, a dare la notizia sul suo blog, dove spiega: "Recapitare una lettera che somiglia a una comunicazione formale, fatta pervenire dagli uffici amministrativi, è a tutti gli effetti un tentativo di raggiro, previsto e punito dal codice penale". 

PDL TRANQUILLO - Nonostante il caos e le polemiche nate, il Pdl resta sicuro di se e della 'sua' proposta. A spiegarlo e Maurizio Lupi, vice presidente della Camera dei Deputati, intervenuto a Lecce insieme con Raffaele Fitto a un incontro organizzato dal partito. Il problema non è la lettera, ma "la sinistra e Monti hanno paura delle proposte concrete", ha spiegato. Per Lupi non si può parlare di truffa, anzi: "La casa è un diritto sacro delle famiglie, che hanno pagato una tassa sbagliata e che bisogna restituire". La parola passa gli elettori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La lettera rimborso Imu è una truffa": arriva la denuncia contro Berlusconi

RomaToday è in caricamento