menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

#aromaserve | Dai trasporti al turismo, cosa farà Virginia Raggi? Parla il programma

Negli ultimi giorni di campagna elettorale sono molti gli spot, le promesse, gli appelli. Ma cosa serve alla città? Romatoday, dopo aver interpellato una serie di realtà ha incrociato le domande e le proposte che arrivano da associazioni di settore, sindacati, movimenti e comunità di immigrati con il programma di Virginia Raggi

Trasparenza, lotta agli sprechi, onestà. Virginia Raggi, candidata sindaco del Movimento cinque stelle, in questa campagna elettorale, ha perso poche occasioni per sottolineare la distanza tra il 'suo' Movimento cinque stelle e i 'partiti', definiti così genericamente, che hanno amministrato la città negli ultimi decenni. Presa di mira da concorrenti e stampa per alcune proposte a prima vista sopra le righe (si iniziò con la funivia per finire con le monete complementari e l'incentivo ai pannolini lavabili per contrastare la produzione di immondizia) tra le sue priorità ha messo spesso i trasporti pubblici e la strategia 'rifiuti zero'. Altro tema che ha infuocato la sua campagna elettorale: le Olimpiadi. La sua posizione poco convinta, “prima l'ordinario” ha suscitato non pochi attriti con il presidente del Coni Giovanni Malagò. In questi ultimi giorni di campagna elettorale sono molti gli spot, le promesse, gli appelli. Ma cosa serve alla città? Romatoday, dopo aver interpellato una serie di realtà che vivono i problemi di Roma ogni giorno, ha deciso di incrociare le domande e le proposte che arrivano da associazioni di settore, sindacati, movimenti e comunità di immigrati con il programma di Virginia Raggi. 

TRASPORTI 

Obiettivo di Viginia Raggi incentivare il trasporto pubblico rendendolo efficiente, con vetture moderne e un numero di corse che possano soddisfare le esigenze dei cittadini. Raggi recupererebbe le risorse dalla riorganizzazione di Atac Spa; da una seria lotta all'evasione tariffaria, da una reinternalizzazione delle lavorazioni e dei servizi. E ancora. Una nuova rete di corsie preferenziali protette e semafori intelligenti per aumentare la velocità commerciale e la regolarità. Non manca un focus sulle infrastrutture: andrà realizzato un piano pluriennale condiviso con la cittadinanza, privilegiando il ferro leggero di superficie, l'ammodernamento e il prolungamento della rete su ferro esistente e i collegamenti tangenziali. Non manca un incentivo ai parcheggi di scambio, aumento del telelavoro, zone 30, servizio taxi più efficiente, cah sharing anche per i veicoli commerciali. Infine, nel programma della pentastellata, è prevista l'introduzione della figura del mobility manager. Tra le altre 'linee d'azione' la promozione della mobilità sostenibile; l'attuazione del piano della mobilità per disabili, il miglioramento della sicurezza stradale e una rivoluzione tecnologica dei trasporti (semafori intelligenti, telecamere, strumenti di georeferenziazione per la localizzazione dei mezzi di trasporto pubblico). IL PROGRAMMA COMPLETO

CICLISTI E PEDONI

Come cambiare marcia e portare la città al livello delle grandi capitali d'Europa che già hanno fatto dell'ecomobilità una realtà? LEGGI TUTTE LE DOMANDE E LE PROPOSTE DELL'ASSOCIAZIONE SALVACICLISTI

Tra le insfrastrutture anche una rete di corsie ciclabili “leggere”, sicure, interconnesse e collegate con le stazioni della metropolitana, rastrelliere diffuse nei pressi delle stazioni e in tutta la città, consentiranno un utilizzo efficace e protetto della bicicletta per tutti gli spostamenti quotidiani di piccola e media distanza. Dovrà inoltre essere favorito il trasporto delle biciclette sui mezzi pubblici e il parcheggio nei condomini. Come previsto dal Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (P.R.I.P.), Roma dovrà dotarsi di un sistema di bike sharing degno di una capitale europea con un numero adeguato di stazioni e mezzi. IL PROGRAMMA COMPLETO

COMMERCIO

Come mettere mano al settore? Come tutelare i negozi storici e le attività a conduzione familiare? Riorganizzazione degli spazi commerciali, con freno alla diffusione dei grandi centri per lo shopping e trovando formule innovative per reinserire nel tessuto urbano le attività di qualità. LEGGI TUTTE LE DOMANDE E LE PROPOSTE CNA COMMERCIO ROMA, GIOVANNA MARCHESE BELLAROTO

L’impegno del Movimento 5 stelle per Roma Capitale in materia di tutela, crescita e sviluppo delle attività artigianali e commerciali parte da un principio semplice, ovvero che per fare impresa l’amministrazione debba essere il primo partner dell’imprenditore romano. Tra le linee d'azione: contrasto all’abusivismo commerciale, alla contraffazione e alla concorrenza sleale, apertura tavolo permanente di confronto con le imprese, i piccoli imprenditori, gli artigiani e tutti gli operatori del settore. Agevolare la creazione di reti di impresa e incentivare  nuove attività produttive e start-up innovative; rilancio dei mercati rionali, valutando la possibilità di somministrazione nelle ore pomeridiane e serali e agevolando la riassegnazione dei banchi chiusi; promuovere dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) e di monete complementari che favoriscano una rete locale di scambio aumentando il potere di acquisto dei cittadini; pianificazione efficiente della “turnazione” di licenze; riorganizzazione delle le modalità e degli orari di consegna e carico/scarico merci; rilancio delle imprese e delle botteghe storiche; semplificazione burocratica, implemento della digitalizzazione; costituzione di un Ufficio per le Imprese che coinvolga gli operatori del settore nelle scelte decisionali e fornisca attività di consulenza. LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA

TURISMO

Come valorizzare un segmento produttivo che potrebbe davvere rendere molto di più? Servono atti amministrativi pro turismo, un organismo di promozione della città all'estero, tipo convention bureau e lotta alle attività ricettive abusive. LEGGI TUTTE LE DOMANDE E LE PROPOSTE DI FEDERALBERGHI ROMA  

Le azioni che intendiamo intraprendere per riposizionare Roma tra le città più visitate al mondo sono: il contrasto all’abusivismo turistico/ricettivo in ogni sua forma; la lotta all’evasione del contributo di soggiorno e l'effettiva destinazione del 10% dei relativi introiti a fini turistici; la cura del decoro cittadino, il miglioramento del trasporto, l’efficientamento dei sistemi di carico, scarico e sosta dei bus turistici; lo sviluppo di sistemi più evoluti di informazione e di promozione turistica; la promozione del turismo fieristico, congressuale e formativo attraverso la riorganizzazione dipartimentale, la costituzione di un “Convention Bureau” e la promozione di circuiti turistici alternativi. LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA

DIRITTO ALL'ABITARE

Quali politiche adotterà il prossimo sindaco per dare una risposta all'emergenza abitativa della Capitale? Due le interviste che Romatoday ha realizzato a riguardo. TUTTE LE DOMANDE E LE PROPOSTE A MASSIMO PASQUINI DI UNIONE INQUILINI E A PAOLO DI VETTA DEI MOVIMENTI PER IL DIRITTO ALL'ABITARE

Diritto ad abitare un alloggio proporzionato al nucleo famigliare, ad un affitto che non superi il 20% del reddito. Rendiamo pubblica la mappa e completiamo il censimento di tutto il patrimonio abitativo con finalità pubblica così da dare immediato respiro alle famiglie che chiedono un alloggio da anni. Blocchiamo la sua vendita e riportiamo gli abitanti nella città. E ancora. Tutelare il patrimonio immobiliare in edilizia agevolata e/o convenzionata ripristinando la legalità sia per i canoni di locazione che per le vendite di tali alloggi e punendo la speculazione dei costruttori/concessionari. Si procederà, inoltre, alla verifica puntuale dei requisiti di coloro che risiedono negli alloggi popolari. Azzeriamo gli affitti passivi, facciamo manutenzione per le case pubbliche inagibili e favoriamo l’auto-recupero degli immobili coinvolgendo la cittadinanza attiva. IL PROGRAMMA COMPLETO

TRASPARENZA 

Cosa farà il prossimo sindaco per rendere l'amministrazione più trasparente? Verrà realizzata una mappa interattiva delle proprietà pubbliche? LEGGI TUTTE LE DOMANDE E LE PROPOSTE DI ANNA MARIA BIANCHI DEL LABORATORIO CARTE IN REGOLA 

L’amministrazione a 5 stelle dovrà garantire accessibilità totale alle informazioni sulla propria organizzazione e attività, affinché il cittadino interessato possa conoscere, controllare e valutare l’operato dei propri portavoce, rappresentanti pro tempore, politici, ed anche l’utilizzo delle risorse pubbliche. Tra le proposte una piattaforma di approvvigionamento elettronico centralizzata, riguardante Roma Capitale insieme a tutte le sue società partecipate e controllate, in modo da ricostruire in modo semplice tutta la storia di un appalto, concessione o locazione. Obiettivo trasparenza anche sui bilanci attraverso la pubblicazione dei dati di sintesi. E ancora, documenti in formato elettronico, uffici consultabili via Web, collaborazione con l'Anac, totale trasparenza negli appalti. Istituzione dell’anagrafe pubblica degli eletti e dei nominati. Non manca nel programma un capitolo che promuove, attraverso una maggiore digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, la partecipazione dei cittadini. IL PROGRAMMA COMPLETO

SCUOLA

Il M5S Roma promuove la scuola pubblica, di qualità ed accessibile a tutti, con particolare attenzione ai cittadini con maggiore disagio sociale. Ecco le linee d'azione: richiesta al Governo di esclusione dal Patto di Stabilità degli investimenti riconducibili alla scuola; ridurre le liste d’attesa asili nido e scuole infanzia; garantire il diritto all’accesso ai servizi a tutti i cittadini; promuovere programmi e percorsi educativi finalizzati alla valorizzazione di comportamenti virtuosi per la gestione e condivisione dei beni pubblici; favorire i servizi per alunni e studenti con disabilità; predisporre ed emanare il Regolamento per gli Assistenti Educativo Culturali al fine di consentire un adeguato, soddisfacente e funzionale rapporto educativo e didattico con gli alunni con particolare attenzione all’integrazione degli alunni disabili. TUTTO IL PROGRAMMA 

IMMIGRAZIONE

Il prossimo sindaco creerà spazio di contatto diretto tra l'amministrazione e le comunità migranti presenti sul territorio? Favorirà l'individuazione, insieme alla comunità musulmana, di moschee adatte per la preghiera? TUTTE LE DOMANDE E LE PROPOSTE DI FRANCESCO TIERI, COORDINATORE DEL CENTRO ASSOCIAZIONI ISLAMICHE DEL LAZIO E MIRUNA CAJVANEANU, GIORNALISTA E ATTIVISTA ROMENA

Il programma di Virginia Raggi prevede la richiesta al Governo di escludere Roma dal Patto di Stabilità degli investimenti riconducibili alle politiche sociali. In tema di immigrazione occorrerà un rafforzamento della cooperazione con il Comitato per l’Ordine e la sicurezza al fine di evitare situazioni, vere o potenziali, di conflitto sociale, puntando ad una reale politica di integrazione. LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA 

BARACCOPOLI

Chiudere le baraccopoli istituzionali attraverso diversificate soluzioni abitative. Elaborare un piano strategico, costruire consenso attraverso il dialogo con i media. ECCO TUTTE LE DOMANDE E LE RICHIESTE DELL'ASSOCIAZIONE 21 LUGLIO

Per ciò che concerne la gestione dei campi Rom, saranno attuate le misure già previste dalla Comunità Europea, come recepite dal Governo, relativamente al progressivo superamento dei campi stessi. Previsto inoltre il superamento e chiusura graduale dei campi Rom in linea con la Strategia Nazionale ed europea e senza ulteriore aggravio per il bilancio comunale. Lotta ai roghi tossici, con sorveglianza e monitoraggio della filiera illecita. LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento